Coronavirus, Richeldi: “Lontani anni luce dall’immunità di gregge”

0
1

Lo pneumologo Luca Richeldi, componente del Comitato tecnico-scientifico, ha spiegato come in Italia si sia lontani dalla tanto decantata immunità di gregge per il coronavirus

Coronavirus, Richeldi

Lo pneumologo Luca Richeldi, anche componente del Comitato tecnico-scientifico, ha spiegato che non è rassicurante sapere che solo il 2,5% della popolazione (1 milione e 482 mila persone) ha avuto un contatto con il virus in quattro mesi. “Appena una minima parte ha incontrato il virus, ma gli effetti sono stati catastrofici visti i 35 mila morti. Questo è un prezzo troppo alto da pagare”.

“La maggior parte della popolazione – continua ai microfoni del Corriere della Sera – non è stata contagiata ed è a rischio. L’immunità di gregge è lontana anni luce. Ora più che mai dobbiamo rispettare le regole”.

L’immunità si raggiunge infatti con almeno il 70% ed oltre delle infezioni. “Una sicurezza certa la potrà assicurare solo il vaccino”.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, focolaio a Mantova: sono 97 i casi in un’azienda

Coronavirus, oltre 240mila casi da inizio epidemia

Secondo i dati di ieri, con 190 contagi, 5 morti e 177 guariti in 24 ore, i numeri totali continuano costantemente a crescere senza nemmeno un attimo di sosta. Sono infatti 248.419 le persone che da inizio epidemia hanno contratto il virus, mentre i decessi hanno superato le 35mila unità.

Nel mantovano, inoltre, ieri è stato scoperto un focolaio in un’azienda del settore agricolo. Sono stati infatti trovati 97 operai positivi su 250 totali. Tempestiva però è stata l’operazione della sezione malattie infettive lombarda che ha ricevuto una prima segnalazione dal medico di famiglia di uno dei pazienti positivi. L’assessore al welfare, Giulio Gallera, si è detto soddisfatto di come hanno agito

LEGGI ANCHE—> Covid-19, ONU: “Riaprite le scuole o sarà catastrofe!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui