Uomo grasso respinto ovunque, il Pascale lo opera: sta bene

0
1

Uomo grasso è stato respinto da diverse struttura di livello nazionale dato che la sua condizione fisica ha scoraggiato molte equipe ad operarlo. 

Ospedale
Ospedale (photo Pixabay)

Un uomo particolarmente corpulento è stato rifiutato da tantissimi ospedali di Italia perché troppo grasso. Una storia che sembra assurda ma che è purtroppo tristemente vera. L’uomo in questione, U.M., era “colpevole” di pesare 190 kg. Troppo per il 99% delle equipe che aveva consultato per essere operato. L’uomo del Cilento, infatti, aveva da poco scoperto di avere un problema al rene, ove si è sviluppato un cancro. Una situazione davvero molto difficile, soprattutto quando si è visto chiudere le porte in faccia da tantissimi ospedali ed esperti del settore dei tumori. Il fatto che abbia compito 41 anni e che sia così grasso, e quindi molto difficile da dover operare. Per arrivare all’organo e rimuovere il tumore, infatti, serve un intervento molto invasivo e tanti medici hanno preferito lavarsene le mani piuttosto che rischiare. A Napoli, invece, le cose sono andate diversamente.

Uomo grasso respinto ovunque, il Pascale lo opera: sta bene

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, Nas nelle Rsa di Como: sequestrate 363 cartelle

L’uomo è andato poi al Pascale di Napoli e qui ha trovato l’equipe disponibile all’intervento. Eccellenza assoluta in campo di tumori, la struttura ha fronteggiato il problema di peso del paziente con strumentazioni e manovre studiate ad hoc. “Il Pascale non si è mai fermato e continua a non fermarsi”, ha sostenuto il direttore della struttura Attilio Bianchi, “anche di fronte a obiettive difficoltà”. Ora l’uomo sta bene, l’operazione è andata a buon fine e sta svolgendo il normale percorso post-operatorio. Una storia a lieto fine, una volta tanto, con un uomo che è stato operato ed aiutato a risolvere il suo cancro al rene.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, Nas nelle Rsa di Como: sequestrate 363 cartelle

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui