L’Aquila, incendi bruciano da 6 giorni: pronto piano d’evacuazione

L’Aquila, incendi continuano a divampare con estrema forza attorno alla città e alle sue parti più piccole e periferiche, in particolare vicino Pettino. 

L’Aquila incendio (screenshot via Twitter)

Ci sono degli incendi di probabile origine dolosa, con ogni probabilità, che continuano a divampare con una forza e una violenza inaudita. Ormai sono giorni che la città è stretta in una morsa di fuoco, con il fumo alto che copre tutto da quasi una settimana. Una situazione davvero molto difficile, che sta mettendo in sana crisi tutte le autorità e le squadre di emergenza della regione. Ora ad essere gravemente in pericolo è Pettino, un paese piuttosto popoloso vicino L’Aquila. Da stamattina soltanto per coprire il piccolo paesino ci sono ben 6 canadair, riporta ANSA, mentre i vigili attivi sul pezzo di terra sono passati da 80 a ben 100. Sono ore ormai che la lotta continua, ma per ora sono gli abruzzesi a star avendo la peggio, dato che il fuoco continua a bruciare. E questo sta spingendo a fare delle riflessioni sull’origine di tali incendi.

LEGGI ANCHE —> Covid-19, bollettino del 4 agosto: aumentano contagiati e guariti

L’Aquila, incendi bruciano da 6 giorni: pronto piano d’evacuazione

Secondo le ultime notizie la situazione sarebbe talmente critica che le autorità avrebbero anche preparato un piano B. Nel caso in cui le cose si complicassero e non poco, infatti, è già pronto un piano di emergenza per tutte le persone del luogo. Intanto i roghi continuano ad essere ben visibili. Proprio la violenza incredibile che sta caratterizzando l’incendio che attornia L’Aquila ha fatto protendere per la tesi che vuole l’incendio come di origine dolosa. Per ora, però, è impossibile fare indagini, dato che tutte le forze in gioco stanno lottando per contenere le fiamme ed evitare che la situazione si complichi a dismisura, soprattutto in queste ore.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, Nas nelle Rsa di Como: sequestrate 363 cartelle