Coronavirus contagio, la nuova teoria su Wuhan spiazza tutti

Coronavirus, l’origine del contagio potrebbe non essere stata a Wuhan come abbiamo sempre pensato. Una nuova teoria arriva dall’Oms

Coronavirus contagio Wuhan
Coronavorus contagio, l’origine non è a Wuhan? (Getty Images)

Coronavirus, l’origine del contagio che è ormai arrivato in tutto il mondo è sempre stata attribuita alla Cina e in particolare a Wuhan. Ora però arrivano i dati di una nuova ricerca che potrebbe stravolgere tutto quanto è stato detto fino ad oggi. Ed è stata portata avanti dall’Oms, non dal governo cinese, con risultati sorprendenti.

Come ha svelato infatti Michael Ryan, uno dei massimi esperti all’interno dell’Organizzazione mondiale della sanità, certezze assolute non ce ne sono. Effettivamente i primi focolai di questa nuova polmonite sono stati registrati a Wuhan. Ma non significa in maniera certa che il Coronavirus sia stato trasmesso dagli animali agli esseri umani proprio lì. Per scoprirlo con certezza dovrà essere portato avanti uno studio epidemiologico sugli antecedenti molto più ampio.

Uomo cinese a Wuhan
Coronavirus Wuhan, dopo cinque mesi incubo finito (Getty Images)

Come ha sottolineato Ryan è fondamentale poter esaminare i primi focolai per cercare il “primo segnale del salto di specie dall’animale all’uomo”. Fino a quando non avremo questa certezza, sarà anche difficile formulare tesi certe e inattaccabili. In ogni caso  una squadra di esperti dell’Oms è andata di recente in Cina per prepare una missione internazionale di identificazione dell’origine animale del Covid-19.

I prossimi studi partiranno dalle indagini iniziali condotte da esperti cinesi e che puntavano sul mercato del pesce di Wuhan. Ryan ha spiegato che comunque tutte le scoperte dell’Oms saranno condivise con i ricercatori cinesi per arrivare ad una conclusione chiara.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Wuhan: è la fine dell’incubo, i risultati dei test

Coronavirus a Wuhan, la massima esperta cinese esclude i pipistrelli

La nuova ipotesi sul contagio da Coronavirus arriva a qualche giorno dalle parole della ricercatrice cinese Shi Zhengli. La 56enne virologa, con dottorato in Francia, è una delle massime esperte di pipistrelli e di eventuali loro coinvolgimenti avendoli studiati a fondo negli ultimi 15 anni. E in una lunga intervista a ‘Science’ ha detto senza alcun dubbio che il Coronavirus non è nato a Wuhan, per questo Donald Trump e chi la pensa come lui dovrà scusarsi.

Coronavirus Wuhan
Coronavirus, a Wuhan il primo focolaio (Getty Images)

Secondo Shi Zhengli “la probabilità che il virus sia passato direttamente da un pipistrello a un uomo è molto bassa”. Lei pensa piuttosto che un altro animale possa aver fatto da tramite tra l’uomo e pipistrelli, ma nessuno ha ancora scoperto come sia successo.

Ricorda però che la storia dei contagi, anche quelli più recenti come l’Hiv, i luioghi della pandemia non sono mai stati gli stessi dell’origine. Quindi è convinta che Wuhan sia stata coinvolta a sua insaputa, senza che ci siano colpe specifiche dei suoi abitanti. E soprattutto giura sulla sua vita che non abbia avuto origine in uno dei loro laboratori.