Calabria, ucciso a colpi di arma da fuoco durante un agguato

In Calabria, un uomo di 41 anni è stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre si trovava vicino a un campo sportivo nel comune di Rosarno.

Getty Images

In Calabria, nel comune di Rosarno, un uomo di 41 anni è stato ucciso in un agguato. Da quanto si apprende dalle prime ricostruzioni, la vittima si trovava la notte scorsa nei pressi del campo sportivo della città di Piana quando è stato avvicinato da alcune persone che gli hanno sparato addosso diversi colpi di arma da fuoco. L’uomo è stato soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale di Gioia Taura. Purtroppo quando è arrivato sul luogo, era già deceduto. Su questo cruento omicidio stanno adesso indagando i carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro e delle Tenenza di Rosarno. A coordinare l’inchiesta è la Procura della Repubblica di Palmi. Intanto, è notizia di questi giorni che la Corte d’Assise d’appello di Reggio Calabria ha confermato la condanna all’ergastolo per Francesco Barone. 

Leggi anche: Brindisi, 52enne ustionato con l’acido: stava litigando con la moglie

Calabria, confermato ergastolo per Barone: uccise la madre dopo aver scoperto relazione extraconiugale

Getty Images

Secondo la Procura, l’uomo avrebbe ucciso la madre dopo aver scoperto che questa aveva iniziato una relazione extra coniugale. L’amante della donna è invece misteriosamente scomparso e gli inquirenti sono convinti che anch’egli sia stato una vittima della furia omicida dell’uomo. Il corpo però non è mai stato ritrovato. Fondamentale per la conclusione delle indagini è stata la testimonianza di un vicino di casa dell’uomo. Questi infatti ha raccontato alla Procura che la notte dell’omicidio ascoltò una violenta lite in casa della famiglia Barone, con la donna che urlava chiedendo perdono al figlio. In seguito il vicino di casa ha raccontato come d’improvviso siano giunti tre uomini a volto coperto che sono entrati nell’abitazione.

Leggi anche: Messina, madre e figlio scomparsi nel nulla dopo incidente stradale