USA, Trump indagato per frode bancaria: cosa rischia

0
1

USA, Trump indagato per frode bancaria: cosa rischia il presidente degli Stati Uniti a pochi mesi dalle importantissime elezioni di novembre

Trump indagato
USA, Trump indagato per frode bancaria: cosa rischia (Foto: Getty)

Nuovi problemi in arrivo per Donald Trump. L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha dichiarato di aver aperto un fascicolo d’inchiesta sul presidente americano per presunte frodi bancarie ed assicurative. Un’inchiesta significativamente più ampia di quanto i pubblici ministeri abbiano riconosciuto in passato.

Il procuratore distrettuale, Cyrus R. Vance Jr., ha presentato un’accusa nei confronti dei contabili del sig. Trump, rei di aver  falsificato dichiarazioni fiscali personali e societarie. Mister Trump aveva chiesto a un giudice di dichiarare invalida la citazione.

Fino ad ora, l’indagine del procuratore distrettuale era apparsa in gran parte focalizzata sui pagamenti di somme di denaro fatte nel periodo precedente alle elezioni presidenziali del 2016 a due donne che avevano dichiarato di avere rapporti con il presidente Usa.

In questa nuova indagine, invece, i pubblici ministeri si sono soffermati sulle “pratiche commerciali” di uno degli uomini più ricchi d’America, mettendo in luce un mal costume che si sarebbe protratto negli anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Trump, chiude ai giornalisti la convention repubblicana: decisione inedita

USA, Trump indagato per frode bancaria: presunte illegalità per diversi anni

Donald Trump
USA, Trump indagato per frode bancaria: cosa rischia (Foto: Getty)

Il fascicolo della procura di Manhattan ha dichiarato che “le condotte criminali erano estese e protratte nel corso degli anni da parte dell’organizzazione del presidente”. 

Secondo quanto riportato anche dai media americani, il presidente potrebbe aver gonfiato illegalmente il suo patrimonio netto e il valore delle sue proprietà per ottenere dagli istituti di credito cifre più alte.

Alcuni siti hanno riportato la testimonianza del suo ex avvocato, Michael D. Cohen, che lo scorso anno ha detto ai legislatori che il presidente aveva commesso una frode assicurativa. Gli attuali legali del presidente hanno negato qualsiasi illecito e preso le distanze da Cohen.

Tutto questo polverone mediatico e giudiziario rischia di complicare la corsa alla Casa Bianca di Trump, in vista della nuove elezioni presidenziali del prossimo 3 novembre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> TikTok, Microsoft prosegue le trattative e rassicura Trump: la situazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui