Spagna, Juan Carlos abbandona il Paese: decisione storica

Spagna, Juan Carlos abbandona il Paese: una decisione storica che però è figlia di un’inchiesta che sta per travolgere la corona

Spagna Juan Carlos lascia (Getty Images)

Juan Carlos di Borbone lascia la Spagna, forse per sempre, e non è una notizia banale. Il re emerito ha comunicao di volersi trasferire all’estero ma il suo viaggio ha il sapore dell’esilio. Perché arriva dopo l’apertura delle inchieste giudiziarie che lo  vedono indagato per presunta evasione fiscale in patria e in Svizzera.

In una nota ufficiale, come riferisce ‘El Pais’, il figlio Felipe VI che ne ha raccolto l’eredità ha ringraziato il padre per la decisione. E il  padre, in una lettera personale (ma resa pubblica) spiega che la sua decisione è irrevocabile “di fronte alla ripercussione pubblica che alcuni eventi passati nella mia vita privata stanno generando”.

Felipe VI, nuovo re di Spagna (Getty Images)

Lui non parla di fuga, ma solo della volontà di lasciare libero il figlio che ha un compito importante da portare avanti e deve essere seremno. E il legale di Juan Carlos ha spiegato che nonostante tutto rimarrà a disposizione della Procura anche se non è ancora ufficialmente indagato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spagna, premier Sanchez critica quarantena imposta dall’Inghilterra

Spagna, Juan Carlos rischia grosso: inchiesta per presunta evazione fiscale

Juan Carlos rischia l’incriminazione? Fonti giudiziarie svizzere non escludono che possa succedere in futuro alla luce dell’inchiesta per evasione fiscale in patria e in Svizzera che lo ha coinvolto. Una doppia inchiesta, portata avanti da magistrati spagnolo ed elevetici, che non gli fa dormire sonni tranquilli.

Juan Carlos ha 82 anni (Getty Images)

Già a marzo Felipe VI aveva deciso di rinunciare ufficialmente all’eredità del padre e aveva tolto la pensione ai suoi genitori. Allora erano arrivate le prime notizie sull’apertura dell’autorità anticorruzione di un’inchiesta ufficiale. Nel mirino 100 milioni di euro che Juan Carlos avrebbe ricevuto su un conto svizzero da parte di una fondazione collegata alla Casa reale saudita. Soldi poi distribuiti fra lui e altri perché l’appalto per costruire la linea ferroviaria fra la Mecca e Medina fosse assegnato a ditte spagnole.

Un’inchiesta patita due anni fa e a tirarlo in ballo ci sarebbero alcune intercettazioni telefoniche. E Juan Carlos, dal 2014 quando ha lasciato il trono a favore del figlio, ha perso l’immunità legata al suo ruolo, quindi dovrà difendersi.