Lego, il regalo speciale ad un papà disoccupato

Lego, un papà disoccupato della provincia di Torino scrive facendo una richiesta particolare. E nel giro di poco arriva anche una risposta speciale

lego, regalo speciale per un papà disoccupato (Getty Images)

Lego, passione per i bambini ma anche per i loro genitori. Lo sa bene anche Flavio, un 40enne della provincia torinese che per lavoro e per piacere ama i mattoncini danesi. Fa l’educatore per la prima infanzia, ma attualmente è disoccupato e per questo non riusciva a soddisfare il desiderio di suo figlio.

Così ha deciso di passare all’azione, come racconta l’edizione torinese de ‘La Repubblica’. Ha scritto direttamente alla Lego, azienda che conosce bene perché nel suo lavoro usa spesso le creazioni con i mattoncini, ritenendole un strumento che stimola la creatività. Ma già che c’era ha spiegato anche la sua delicata situazione lavorativa, giustificandola con in motivo speciale.

Il figlio, che ha quasi 9 anni, è cresciuto con la sua stessa passione e per il compleanno avrebbe voluto un unico regalo regalo. Come appassionato di astronomia desiderava la stazione spaziale della Lego, per le sua finanze attuali un regalo irrealizzabile. Ma chiedere costava nulla, anche se non si aspettava che qualcuno rispondesse.

Lego, una stazione spaziale simile e quella che arriverà in dono (Getty IMages)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lego, morto l’inventore degli storici omini: lo annuncia l’azienda

Lego, la lettera del papà ha fatto centro e presto arriverà un regalo al figlio

Passato qualche giorno, invece, una risposta dalla Lego è arrivata a firma di un certo Leonard. Ha letto le parole appassionate di Flavio e ha deciso che meritava di essere accontentato: “Sicuramente sei un grandissimo genitore e Manuel deve essere fiero di te. Di solito non spediamo articoli gratis. Ma questa volta farò un’eccezione e ti invierò un presente per il piccolo Manuel, così quest’agosto potrà divertirsi insieme a Lego”.

(Getty Images)

Così Flavio dovrà continuare a cercarsi un lavoro, però qualcosa l’ha ottenuto e riuscirà a far felice il figlio. Perché come ha ricordato Leonard nella risposta, Lego sostiene per principio i bambini svantaggiati e chi promuove il loro diritto a giocare e impafrare. Quindi nei prossimi giorni a casa dell’uomo arriverà un pacco a sorpresa. E lui già ringrazia, perché ha imparato che dietro al marchio ci sono persone di cuore.