Afghanistan, gruppo armato Isis attacca prigione: 21 morti

0
6

In Afghanistan, un gruppo armato appartenente all’Isis ha assaltato un carcere provocando la morte di 21 persone. Tra loro anche dei bambini.

Getty Images

La scorsa notte un gruppo armato che ha rivendicato successivamente la sua appartenenza all’Isis, ha assaltato la prigione di Jalalabad, nell’est dell’Afghanistan. Un attacco che ha provocato la morte di ventuno persone. A confermare la notizia è stato Ataullah Khogyani, governatore della provincia di Nangarhar. Sembra inoltre che tra le vittime ci siano anche dei bambini. Da quanto si apprende dalle prime ricostruzione, un kamikaze si è piazzato davanti all’entrata della prigione e si è fatto esplodere. Una mossa che ha permesso alle truppe che erano con lui di entrare in carcere iniziando uno scontro a fuoco con le guardie. Diversi detenuti in seguito a questa sommossa sono riusciti a fuggire, anche se molti di loro sono stati nuovamente catturati dalle forze dell’ordine qualche ora dopo. 

Leggi anche: Coronavirus, Boris Johnson vuole chiudere (quasi) tutti in casa

Afghanistan: si è concluso il terzo giorno di tregua tra talebani e governo

Getty Images

Un episodio di violenza che è arrivato al terzo giorno di tregua in Afghanistan tra talebani e governo. L’accordo è stato siglato a Doha e prevede che il governo rilasci circa 5 mila prigionieri talebani in cambio di qualche migliaio di uomini appartenenti alle forze dell’ordine. È infatti nella giornata di ieri, un centinaio di prigionieri talebani sono stati liberati. Il Consiglio di Sicurezza Nazionale ha fatto sapere che il numero dei talebani rilasciati si attesta intorno alle 4900 mila unità  Si tratta della terza tregua in vent’anni di conflitto armato, e ha riguardato la maggior parte del territorio afghano. Per quanto invece riguarda il rapporto tra talebani e Stati Uniti, questi avevano firmato un accordo nel mese di febbraio che doveva costituire il primo passo per avviare dei negoziati diplomatici nel mese di marzo. Negoziati che però sono stati rinviati e che al momento sembrano molto lontani dall’essere ripresi.

Leggi anche: Germania, scontro con la Cina su rinvio elezioni Hong Kong

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui