CONDIVIDI

Continua a far parlare di sè Donald Trump, con la chiusura ai giornalisti della sua convention. Evento, però, che potra essere seguito in streaming.

trump convention
Il tycoon chiude ai giornalisti l’evento repubblicano (Getty Images)

Continuano le decisioni inaspettate di Donald Trump, con il presidente che chiude ai giornalisti la convention repubblicana. Infatti l’evento servirà per incoronare il tycoon come leader del partito, in vista delle prossime elezioni di novembre. Una decisione del tutto inaspettata, che continua a creare spaccature nella stampa a stelle e strisce. Infatti al momento, Trump ha dalla sua parte solamente la Fox News, da sempre sostenitore dell’imprenditore amerinano.

La tanto discussa convention si terrà a Charlotte, North Carolina, alla fine del mese di agosto. A riportare la decisione di chiudere l’evento alla stampa è un portavoce della Cnn. Citando uno dei politici del partito repubblicano, il reporter ha affermato che la convention è stata chiusa ai giornalisti per far si che venga rispettato il distanziamento sociale. Tuttavia sarà possibile seguire la convention che incorona Trump, direttamente in diretta dal profilo Facebook del tycoon.

Trump, a fine mese la convention che lo incorona: data e dettagli

Trump convention
Le date della convention del tycoon (Getty Images)

Donald Trump sarà protagonista della prossima convention repubblicana, che partirà il 21 agosto e si concluderà il 24 dello stesso mese. Come ha spiegato lo stesso portavoce del presidente, la decisione di chiudere l’evento alla stampa è stata presa per permettere di attuare le regole per il distanziamento sociale. Una giustificazione alquanto sensata, basti pensare che negli Usa siamo ancora in piena prima ondata.

L’evento di Charlotte, in generale, sarà fortemente ridimensionato a causa della pandemia da Covid-19, ma soprattutto dall’opposizione delle autorità locali, visto che l’evento avrebbe attratto migliaia di sostenitori, pronti ad ascoltare dal vivo i discorsi di Trump. Così il presidente americano aveva provato a spostare l’evento a Jacksonville, ma respinto anche dalle autorità della Florida, il tycoon ha deciso di mantenere Charlotte come tappa della convention, ma in maniera ridimensionata.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !