CONDIVIDI

Calciomercato Milan: i rossoneri, vogliosi di lottare per la Champions l’anno prossimo, sono pronti ad un importante colpo di mercato dal Tottenham

Paolo Maldini Coronavirus

Il Milan dopo il lockdown si è confermata come una delle migliori squadre d’Europa per punti e gol fatti ed anche per minor numero di gol subiti. I rossoneri, però, non hanno chiuso oltre il sesto posto che garantirà loro l’accesso ai preliminari di Europa League. Saranno infatti Roma, finita al 5°, e Napoli, vincitore della Coppa Italia, ad accedere direttamente ai gironi.

I rossoneri comunque, per il prossimo campionato, vogliono ripartire da quanto di buono fatto in quest’ultimo periodo per lottare nuovamente per un posto in Champions da cui si manca da 8 anni.

Paste the following code before the "" or "" tag

Per questo motivo, il direttore tecnico Maldini starebbe studiando diversi colpi per migliorare la squadra. Secondo quanto riferito da Tuttosport, il primo potrebbe essere un terzino destro ed arrivare precisamente dal Tottenham. Si tratta di Serge Aurier che sarebbe stato proposto a diversi club dal suo agente. Gli Spurs chiedono 15 milioni di euro, una cifra fattibile per il Milan. Non è comunque l’unico profilo monitorato, piace infatti anche Dumfries del PSV Eindhoven.

LEGGI ANCHE—> NBA, risultati della notte: i Raptors sorprendono i Lakers, bene i Clippers

Calciomercato Milan, offensiva su Vlahovic: pronte diverse contropartite

Dusan Vlahovic

Il tecnico Pioli, confermato grazie agli eccellenti ultimi risultati, avrebbe fatto una precisa richiesta ai dirigenti del Milan per la prossima stagione. Si tratta di Dusan Vlahovic, giovane gioiello della Fiorentina, che è nel mirino di diverse squadre.

Maldini e Massara starebbero studiando la giusta offerta che comprenderebbe l’inserimento di più contropartite a scelta tra Paquetà, il quale piace molto ai viola, Calabria, Rodriguez (di ritorno dal PSV) ed il giovane Pobega, protagonista in B con il Pordenone.

LEGGI ANCHE—> Roma, Gianluca Mancini e il dramma a lieto fine: fuori dall’incubo