CONDIVIDI

In Umbria, un terremoto di magnitudo 2.5 si è verificato a tre chilometri di distanza dalla zona di Castel Giorgio.

Getty Images

Un terremoto di magnitudo 2.5 ha colpito la regione dell’Umbria. L’epicentro si è verificato a tre chilometri di distanza dal comune di Castel Giorgio. La scossa è stata rilevata dalla sala sismica INGV di Roma.

Nel 1997, un terremoto molto violento di magnitudo 6.0 colpì sia le regione dell’Umbria che le Marche. La prima scossa si verificò il 26 settembre ed ebbe il suo epicentro nel comune di Cesi. Purtroppo ci furono subito delle vittime in quanto nel comune di Serravalle, una casa molto antica crollò immediatamente provocando la morte di un’anziana coppia di coniugi. In Umbria furono tantissime le case che riportarono dei gravi danni strutturali a causa del sisma. Nella notte, intorno alle due e mezze, arrivò un’altra scossa molto più forte della precedente. 

Leggi anche: Doppio terremoto in Italia in serata: epicentro e intensità

Il terremoto del 1997 in Umbria

Getty Images

Le scuole furono subito chiuse nelle due regione, alcune a scopo precauzionale, altre perché erano diventate inagibili. La Basilica di San Francesco d’Assisi subì dei gravissimi danni a causa del terremoto. Due settimane dopo, il 14 ottobre del 1997 si verificò un’altra scossa nella stessa zona che aggravò la situazione di tantissime abitazioni che erano già state pesantemente danneggiate. Il Palazzo Comunale di Foligno vide crollare la sua storica lanterna mentre i vigili del fuoco stavano cercando di ripararla in quanto era già stata danneggiata dalle scosse di due settimane prima. L’episodio servì però a far investire il governo su una maggiore protezione del territorio dagli eventi sismici. Nel novembre del 1997, fu infatti istituito a Foligno il Com, Centro Operativo Misto. Venne poi creato terremoto.org, il primo sito al mondo per comunicare un’emergenza sismica in tempo reale.

Leggi anche: Terremoto, forte scossa nelle Filippine: la situazione