CONDIVIDI

A più di un anno e mezzo dalla tragedia di Corinaldo, è arrivata pochi istanti fa la sentenza sulla strage che è costata la vita a cinque minorenni e una madre

corinaldo sentenza
Corinaldo, è arrivata la sentenza per i 6 componenti della “banda dello spray” (Getty Images)

Una tragedia ancora ben impressa nella mente di tutti. La notte dell’8 dicembre 2018, poco prima di un DJ set del rapper italiano Sfera Ebbasta, la cosiddetta “banda dello spray” – composta da sei ragazzi poco più che 20enni – iniziò a spruzzare spray urticante all’interno discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo, generando una corsa disperata dei presenti verso le vie di uscita.

La bravata della banda costò la vita a cinque ragazzi minorenni e ad una madre di 39 anni, che aveva accompagnato suo figlio al concerto. Pochi istanti fa, è arrivata la sentenza, pronunciata in forma abbreviata dalla gip Paola Moscaroli. Per gli imputati, sono arrivate condanne tra i 10 e i 12 anni e quattro mesi. È stato confermato l’omicidio preterintenzionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carabinieri Piacenza, l’accusa dell’informatore: “Temo mi uccidano”

Corinaldo, la sentenza: tutte le condanne e la richiesta iniziale della procura

corinaldo sentenza
La sentenza e le richieste della procura (Getty Images)

Si è conclusa pochi istanti fa la sentenza relativa alla tragedia avvenuta nella discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo lo scorso 8 dicembre 2018. Condannati i sei imputati, facenti parte della “banda dello spray”. La pena più alta è stata inflitta a Ugo di Puorto e Raffaele Mormone, entrambi condannati a 12 anni e 4 mesi. 11 anni e 6 mesi per Andrea Cavallari, 11 anni e 2 mesi a Moez Akari, 10 anni e 11 mesi a Souhaib Haddada e 10 anni e 5 mesi a Badr Amouiyah.

Inizialmente, le richieste della procura erano diverse: pene comprese tra i 16 e i 18 anni di carcere. Alla fine, però, la gip Paola Moscaroli – che ha pronunciato in forma abbreviata la sentenza – non ha riconosciuto l’accusa di associazione a delinquere. Confermati, invece, l’omicidio preterintenzionale e le accuse di rapine, furti con strappo e lesioni personali. 

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Roma, ragazzo di 23 anni denuncia: “Sono stato picchiato da un poliziotto”