Afghanistan, 17 morti per un’autobomba a Pul-e-Alam

0

Afghanistan, 17 morti e 40 feriti per un’autobomba a Pul-e-Alam. Solo due giorni fa però i talebani avevano annunciato una tregua

Afghanistan autobomba
Afghanistan, autobomba provoca 17 morti (archivio Getty Images)

Afghanistan, è di almeno 17 morti e 40 feriti il primo bilancio provvisorio di un attentato nelle ultime ore nell’est del Paese. Ad annunciarlo è stato il ministero degli Interni afghano, citato da Tolo News, che ha parlato di un’autobomba fatta esplodere dai terroristi. In un primo lancio i morti erano otto, poi però il bilancio si è aggravato.

Afghanistan, ancora una strage (archivio Getty Images)

L’ordigno sarebbe esposo nella piazza principale di quella che è la capitale della provincia di Logar. E il bilancio, solo provvisorio, è stato riportato dalle fonti ospedaliere alla Agence France-Presse. Un attentato che però arriva in un momento delicato per l’Afghanistan. Solo due giorni fa infatti i talebani avevano annunciato tre giorni di tregua per la Festa del Sacrificio, in programma questa settimana. E per questo hanno siubito negato il loro coinvolgimento nell’attentato.

Con una nota, hanno spiegato di aver ordinato a tutti i loro uomini di rispettare un cessate il fuoco di almeno 72 ore. Questo a partire dalla mezzanotte tra venerdì 31 luglio e sabato 1° agosto, agosto, inizio della festività, assicurando che avrebbero imbracciato armi solo se attaccati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Afghanistan, 31 talebani uccisi al confine con il Pakistan

Afghanistan, i talebani dopo l’accordo con gli Stati Uniti sparano ancora

I talebani avevano anche chiesto ai loro uomini di non entrare nelle zone controllate dal governo così come alle forze di Kabul di evitare le aree occupate dagli insorti. Una decisione arrivata dopo il gesto del presidente afghano, Ashraf Ghani, che aveva rilasciato 5mila prigionieri talebani attualmente in carcere.

Afghanistan, la tregua non regge (Getty Images)

La tregua aveva fatto sperare che i colloqui di pace tra le parti potessero iniziare la prossima settimana, ma questo episodio rischia di far saltare tutto. Una fase delicatissima, dopo che a febbraio gli Stati Uniti a 18 anni dall’inizio della guerra, avevano firmato un accordo con i talebani.  Nonostante questo in  realtà gli scontri non sono mai cessati. Secondo un bilancio delle autorità, in cinque mesi sono stati uccisi 3.500 soldati e 775 civili.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui