Vaccino coronavirus, Russia pronto a lanciarlo entro il 12 agosto! 

Vaccino coronavirus, è corsa contro il tempo in Russia. Il quarto Paese più colpito al mondo dalla pandemia freme infatti per lanciare il prodotto entro il 12 agosto prossimo. C’è un doppio motivo alla base. 

(Getty Images)

Lunedì 10 agosto. O al massimo mercoledì 12. E’ entro una di queste due date che la Russia, nonché tra i Paesi più colpiti dalla pandemia, vorrebbe presentare e registrare il proprio vaccino anti-coronavirus. Sul progetto, sostenuto con orgoglio dal Governo, lavora l’Istituto nazionale di ricerca Gamaleya.

Coronavirus

Vaccino Coronavirus, svolta dalla Russia?

Come rivela l’agenzia Interfax, gli sviluppi sono stati già inviati al Ministero della Salute nazionale per avere riscontri positivi. E qualora arrivasse il via libera effettivo, scatterebbe il brevetto e il prodotto potrebbe già essere distribuibile sul territorio nazionale.

A quel punto ci sarebbe già una gerarchizzazione ben designata, con gli operatori sanitari che sarebbero i primi ad assumere il farmaco per continuare a battagliare in prima linea. Il vaccino, tuttavia, allo stato attuale sarebbe ancora in fase 2 con la conclusione prevista entro il 3 agosto, ma c’è appunto enorme ottimismo in merito.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, arriva il cerotto hi-tech: monitora la temperatura corporea

Per la Russia, come si può facilmente immaginare, si tratta anche di un obiettivo politico oltre che sanitario. “Si tratta di un momento Sputnik”, ha riferito infatti Kirill Dmitriev ai microfoni della CNN. Il riferimento del capo del Fondo russo per gli investimenti diretti è al lancio del primo satellite in orbita attorno al mondo nel 1957.

“Gli americani rimasero sorpresi quella volta e lo stesso succederà col vaccino, perché la Russia ci arriverà per prima”, ha infatti incalzato il politico. La velocità con cui il farmaco è stato è elaborato è dettato da una variante pre-esistente su cui gli scienziati hanno lavorato. Questi sono infatti partiti da un prodotto già esistente e utile per curare altre malattie. A breve, dunque, è atteso il verdetto finale.

Leggi anche —-> Francia, è morta Jacqueline Sauvage: simbolo delle violenze coniugali