Eutanasia, Welby e Cappato assolti per la morte di Davide Trentini. Lui: “Lo rifarei”

Eutanasia: Mina Welby e Marco Cappato sono stati assoli dalla corte di assise di Massa in merito all’aiuto fornito a Davide Trentini, malato di Sla, per il suicidio assistito in Svizzera

Marco Cappato e Mina Welby possono tirare un sospiro di sollievo. I due sono infatti stati assolti dalla corte di assise di Massa per l’aiuto al suicidio di Davide Trentini. Nella sentenza in merito al decesso del malato di Sla, avvenuto il 13 luglio 2017, si afferma che il fatto non sussiste riguardo l’istigazione al suicidio ed inoltre il fatto non costituisce reato in merito all’aiuto al suicidio.

L’accusa aveva invece chiesto 3 anni e 4 mesi nel corso della requisitoria. Il pm aveva precisato: “Ne chiedo la condanna, ma con le attenuanti generiche ed ai minimi di legge. Credo agli intenti nobili anche se sussiste comunque il reato di aiuto al suicidio. L’atto – continua – è stato compiuto nell’interesse di Davide Trentini ma mancavano i presupposto di liceità. Sono colpevoli, ma meritevoli di alcune attenuanti”.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, Trump annuncia: “Enormi progressi verso il vaccino”

Eutanasia, le parole di Marco Cappato

Marco Cappato prima della sentenza della corte d’assise ha dichiarato: “E’ stato un dovere morale e lo rifarei. Abbiamo dato un’assistenza innegabile in assenza di tutti i parametri di legge. La morte di Trentini come quella di Dj Fabo ha portato altre persone in Svizzera per il suicidio assistito, con le autorità italiane avvisate da quelle elvetiche, ma non è stato aperto alcun procedimento penale”.

La differenza tra Trentini e le altre persone è che quest’ultime “non avevano bisogno di noi avendo i soldi e chi li trasportava, ma questo non può essere il discrimine tra malati che soffrono”.

Dopo la sentenza ha invece detto: “Il problema rimane che per avere giustizia nei singoli casi serve passare per tribunali o comitati etici che non esistono”.

LEGGI ANCHE—> Pavia, sedicenne annega nel Ticino: si era tuffato con un amico