Coronavirus, Galli contro il convegno dei negazionisti: “Nessuno aveva titolo” 

Coronavirus, il virologo Massimo Galli si scaglia contro il convegno dei negazionisti al Senato. “Messaggi inadeguati e pericolosi”, tuona il docente esperto in materia. 

Massimo Galli
Massimo Galli (photo Getty)

Coronavirus, l’infettivologo Massimo Galli attacca il convegno dei negazionisti di ieri al Senato. “Virus sparito? Si tratta di un messaggio inadeguato, con elementi di evidente pericolosità”, così si è pronunciato l’esperto dell’ospedale Sacco di Milano e docente ordinario di Malattie Infettive all’Università degli Studi di Milano.

Coronavirus, Galli contro il convegno dei negazionisti al Senato

Il medico replica in particolare alle dichiarazioni di Matteo Salvini, il quale ha definito ‘terrorismo mediatico’ i bollettini medici diffusi ogni giorno e si è detto restio nel salutare con il gomito. “Affermazioni inadeguate, anche perché nessuno di coloro che si sono espressi ha titolo per dare un’opinione di tipo scientifico”, ha incalzato il professore.

Leggi anche —-> Caso camici, Fontana: “Non mi dimetto, la verità sul quel bonifico”

Come evidenzia Galli, la situazione è seria e basta vedere quanto sta accadendo all’estero per avere una prova concreta: “In Israele hanno aperto tutto e ora sono costretti a richiudere, in Catalogna anche ci sono problemi enormi. Ma anche qui in Italia abbiamo nuove dimostrazioni, come i vari focolai nelle ultime settimane che ci indicano che il virus c’è ancora”. 

Potrebbe interessarti anche —-> Vaccino Coronavirus, presidente Irbm: “In farmacia da gennaio, ecco il costo”