Napoli, uccide la partner e si toglie la vita: la follia di un 65enne

Napoli, uccide la partner e si toglie la vita: la follia di un 65enne che si è gettato dal quarto piano dopo aver colpito la convivente

Carabinieri
Napoli, uccide la partner e si toglie la vita: la follia di un 65enne (Foto: Pixabay)

Un bruttissimo fatto di cronaca è stato registrato questa sera a Napoli, esattamente in un condominio di Portici. Un uomo di 65 anni ha ucciso con diverse coltellate la propria compagna di 58 anni, prima di togliersi la vita. L’omicida si è buttato dal quarto piano, morendo sul colpo. Il tutto si è verificato nella serata di lunedì al termine di una lite che sarebbe stata riscontrata anche dai vicini.

La coppia ha iniziato a strillare sempre più animatamente, fino alle urla di dolore della donna colpita che hanno destato il sospetto negli altri abitanti del condominio. Di lì la chiamata alle forze dell’ordine che sono accorse sul posto poco dopo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, arrestato rom: voleva vendere bimbo di due anni ai turisti

Napoli, uccide la partner e si toglie la vita: la follia di un 65enne

Uccide la partner e si suicida
Napoli, uccide la partner e si toglie la vita: la follia di un 65enne (Foto: Pixabay)

La scena che i rappresentanti delle forze dell’ordine si sono trovati davanti è stata agghiacciante. La vittima 58enne riversa a terra in una pozza di sangue, mentre il corpo del 65enne era precipitato dal balcone schiantandosi a terra privo di vita.

Secondo le prime ricostruzioni dei fatti, i due non avrebbero avuto in passato altri litigi del genere e venivano descritti come una coppia sostanzialmente stabile. Non avevano figli e non erano sposati, pur convivendo da diversi anni insieme.

Al momento della tragedia non era presente nessun altro all’interno dell’abitazione.

La vittima era una ricercatrice presso il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli. Aveva conseguito la Laurea in Scienze Agrarie nel 1991 e aveva proseguito il suo percorso lavorativo sempre all’interno dell’ateneo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Porto Empedocle, fuga di massa dei migranti dal centro