Covid-19, Bocelli rivela: “Ho violato il lockdown, mi serve il sole!”

Covid-19, Bocelli parla del periodo di lockdown che era stato deciso dal governo, rivelando anche di non averlo rispettato in pieno.

Andrea Bocelli
Andrea Bocelli (photo Gettyimages)

Il noto cantante italiano Andrea Bocelli ha parlato in Senato, riflettendo sulla situazione relativa al covid-19 e in particolare al lockdown passato. Sicuramente, quelli della quarantena obbligatoria, sono state delle settimane parecchio dure e difficili da superare, ma ora il peggio è passato. Le libertà individuali sono sicuramente superiori, ma l’allerta è ovviamente sempre molto alta. Basta davvero poco per scatenare un nuovo focolaio, un nuovo insieme di contagi e per questo bisogna comunque rispettare le norme imposte dall’OMS e non solo. Eppure Andrea Bocelli, uno dei più importanti artisti e cantanti della nazione, sembra remare proprio contro queste decisioni in materia di coronavirus. E, anzi, ha anche affermato che si è sentito attaccato personalmente dalle norme imposte dalla legge in materia di pandemia.

LEGGI ANCHE —-> Lutto nella politica: si è spento Marino Fronti, ultimo partigiano di Pavia

Covid-19, Bocelli rivela: “Ho violato il lockdown, mi serve il sole!”

Andre Bocelli ha affermato che non ha ritenuto giusto quanto deciso dal governo sul lockdown. “E confesso qui di non aver rispettato il lockdown”, ha affermato il noto cantante non vedente. L’uomo ha sostenuto di “sentirsi attaccato ed umiliato personalmente e come cittadino italiano”. Ha poi affermato che sentisse assolutamente necessario prendere il sole, dato che la vitamina D è importante per le persone anziane come lui. Frasi che hanno fatto tanto rumore, soprattutto perché durante il lockdown Bocelli ha anche preso il covid-19. Una posizione davvero controversa e complicata da difendere e non è un caso che in parecchi stanno attaccando il cantante in queste ore. Ad appoggiarlo, però, c’è anche un nutrito numero di politici, che sostengono proprio l’incostituzionalità delle decisioni politiche per combattere la pandemia di Wuhan. Questo gruppo di politici si è riunito al Senato nel cosiddetto “Convegno degli scettici“.

LEGGI ANCHE —> Scuola, la ministra Azzolina conferma data del rientro e parla dei test