Metallo impossibile da tagliare, si chiama Proteus ed è indistruttibile

0
70

Metallo impossibile da tagliare, un nuovo tipo di materiale che senza dubbio creerà molti stimoli ed interessanti riflessioni tecniche.

Metallo Proteus (screenshot via Youtube)

Le età antiche sono scandite in base ai materiali che hanno caratterizzato le invenzioni contemporanee. L’età della pietra, quando gli umani si limitavano a scheggiare le rocce. Poi l’età del bronzo, del ferro, dell’oro. E da quel momento un continuo studio sui materiali, sulle risorse da utilizzare per creare oggetti sempre più complessi, più resistenti, più sofisticati. Negli ultimi giorni un nuovo materiale sta prendendo piede e potrebbe diventare talmente famoso che questa potrebbe passare alla storia come l’età del Proteus. Il materiale in questione Proteus è un materiale innovativo che è quasi impossibile da tagliare e che può essere modellato e modificato per creare oggetti incredibilmente resistenti e duraturi. Il nome viene dalla divinità greca Proteo, che poteva prendere la forma di qualsiasi cosa, proprio come il metallo in questione.

LEGGI ANCHE —> Marte, scoperta rivoluzionaria: un fungo da Chernobyl permette sopravvivenza

Metallo impossibile da tagliare, si chiama Proteus ed è indistruttibile

Il Proteus è un materiale resistentissimo. Ha una struttura in alluminio con delle sfere di varie dimensioni di ceramica. Una combinazione davvero incredibile, che lo rendono un materiale incredibilmente più resistente del ferro. Inoltre, il Proteus ha una densità di appena il 15% rispetto al ferro, rendendolo incredibilmente più leggero. Gli ingegneri spiegano che le sfere, tremando, rendono ogni lama che cerca di tagliarlo troppo imprecisa per portare avanti il taglio. Anche con un getto d’acqua ad altissima pressione, le sfere di ceramica aprono il flusso, diminuendo la pressione e quindi diminuendo parecchio i danni che subisce. E’, al momento, l’unico materiale impossibile da tagliare, o meglio, tagliabile soltanto ad un livello superficiale. Con la sperimentazione in tal senso, potrebbero esserci risvolti enormi nel settore della sicurezza domestica e dell’antifurto.

LEGGI ANCHE —> Codacons, la “cara” estate italiana: Venezia raggiunge i 453 euro al giorno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui