Scuole, si riparte il 14 settembre: firmata l’ordinanza 

Scuole, ora è confermato: si ripartirà il prossimo 14 settembre in aula. La ministra Lucia Azzolina ha infatti firmato l’ordinanza nazionale che conferma tale direttiva. Pronte diverse novità in vista del nuovo anno scolastico. 

Dl Scuola
(Foto: Getty)

Ora è ufficiale: l’anno scolastico 2020/21 partirà dal prossimo 14 settembre 2020. Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione, ha infatti firmato l’ordinanza che determina appunto l’avvio delle scuole in questo delicato periodo a causa dell’emergenza coronavirus. E’ questo il punto di partenza. Ogni Regione, poi, potrà dettare il proprio calendario scolastico in una maniera più soggettiva.

Ministero Regioni Scuole
(Pixabay)

Scuole, è confermato: lezioni in aula dal 14 settembre

Confermata anche la data per quanto riguarda le attività di integrazione e di recupero: si partirà il 1 settembre. A proposito dei banchi singoli invece, argomento di grandi discussione nelle ultime settimane a causa dei costi non proprio minimi, la ministra ha confermato il proprio arrivo per un totale di 2.5 milioni di pezzi.

Potrebbe interessarti anche —-> Covid-19, quarantena per chi è stato in Romania o Bulgaria

La dirigente ha poi confermato anche il programma di assunzione di nuovi insegnanti. Il reclutamento avverrebbe attraverso il concorso che prevederebbe 78 mila posti: “Il Quirinale – riferisce il ministro Azzolina – mi dice di andare avanti, perché stiamo agendo nel pieno rispetto della Costituzione. Le cattedre scoperte sono un problema di vecchia data per l’Italia, perché non c’è mai stata programmazione”.

Situazione che l’insegnante, tuttavia, non vorrebbe più rivedere: “Bisogna invece sapere da qui a 10 anni quanto docenti andranno in pensione e quanti dovranno invece essere assunti, così come in quali province”. Per attuare il maxi piano ci sarà un fondo ulteriore da 1.3 miliardi di euro che arriverà direttamente dallo scostamento di bilancio.

Leggi anche —–> Festa di addio al Covid-19 finisce in tragedia: 68 nuovi contagiati

#CantiereScuola – Marche, Ancona

Stamattina sono stata nelle Marche, ad Ancona, per fare il punto della situazione e lavorare tutti insieme al #CantiereScuola per il ritorno in classe di settembre. Ringrazio tutti e in particolare modo l’Ufficio scolastico Regionale delle Marche e gli ambiti provinciali. In un clima collaborativo ho ascoltato le criticità delle scuole di questa regione.Ho spiegato che gli ulteriori 1,3 miliardi di euro che arriveranno dallo scostamento di bilancio ci permetteranno di dare risposte concrete, soprattutto sulla questione degli organici. In vista della ripresa dell'annoscolastico, a settembre, saranno dunque disponibili 2,9 miliardi di euro.Sugli spazi nel frattempo gli Enti locali stanno dando una grandissima mano, essendo proprietari degli uffici scolastici.Il nostro obiettivo è migliorare la scuola a settembre, farla ripartire in collaborazione con tutti. Sto attraversando, palmo a palmo, tutti i territori e le regioni d'Italia, per vedere esattamente quante criticità ci sono. Un’attività di monitoraggio e di ricerca delle soluzioni alla qualesi sta lavorando tutti insieme, senza colori politici, essendo la scuola un bene prezioso sul quale non si può fare campagna elettorale.

Pubblicato da Lucia Azzolina su Mercoledì 22 luglio 2020