Covid-19, preoccupano i focolai in Spagna: più di 200 solo in Catalogna

Covid-19, la situazione in Spagna inizia a farsi, nuovamente, preoccupante: le autorità hanno registrato 224 focolai attivi, soprattutto in Catalogna.

coronavirus Spagna
Preoccupa la situazione in Spagna (Getty Images)

La situazione dei nuovi focolai in Spagna si fa sempre più preoccupante: come riporta Il Fatto Quotidiano, ad oggi, il Paese conta 224 focolai, ovvero 23 in più rispetto all’altro ieri. Di conseguenza, l’incremento dei contagiati è pari a 2.622, portando il netto dei casi nel Paese a 266.194 casi. La cosa molto preoccupante è che nel corso delle ultime due settimane il numero delle infezioni si è praticamente triplicato.

Ci si chiede, principalmente, a quale ambito sociale sono legati tutti questi nuovi focolai. A prender parola sulla delicatissima questione spagnola è intervenuto il ministro della Sanità Salvador Illa, che ha fatto il punto della situazione in Parlamento. I nuovi casi e i nuovi focolai riguardano, principalmente, l’ambito familiare, i locali notturni e la “raccolta della frutta”.

Leggi anche >>> Spagna, prove di lockdown: chiude un esercizio commerciale su otto

Covid-19, nuovi focolai in Spagna e otto comuni catalani in lockdown

spagna lockdown
La situazione potrebbe peggiorare nelle prossime settimane (Getty Images)

Come riporta Il Fatto Quotidiano, oltre alla Spagna, anche la Francia sta iniziando a preoccuparsi in merito alla curva epidemiologica. La stessa Francia non ha escluso, ancora una volta, di chiudere le frontiere. Come accennato, la Catalogna è al centro del ciclone: gran parte dei focolai provengono proprio da lì e, al momento, otto comuni sono, nuovamente, entrati in lockdown.

In Catalogna, le autorità sanitarie stanno anche iniziando ad alzare la voce, denunciando la mancanza di operatori che si occupano del tracciamento dei contagi. Tutta questa situazione va ad aggiungersi ad una già precaria situazione socio-economica.

Infatti, in Catalogna, il contesto economico è stato fortemente fiaccato dalla crisi sanitaria. Come riporta Il Fatto Quotidiano, il 13% di bar e ristoranti ha chiuso la serranda, per sempre, proprio a causa del Coronavirus.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Spagna: 73 contagi in una discoteca a Cordova

F.A.