Carabinieri arrestati, Ilaria Cucchi attacca: “È il sistema che non funziona”

Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, ha commentato i fatti accaduti ai Carabinieri di Piacenza, arrestati per traffico di droga, estorsioni e tortura

ilaria cucchi carabinieri arrestati
Ilaria Cucchi ha commentato i fatti di Piacenza con i Carabinieri arrestati (YouTube)

Una lunghissima serie di reati ha visto protagonisti diversi Carabinieri della caserma di Piacenza. Torture, estorsione, traffico di droga e arresti illegali tra le altre cose. Per la prima volta in Italia, una caserma viene sequestrata, con tutti i militari in servizio – tranne uno – indagati.

Un caso, l’ennesimo, che lascia parecchio discutere. Anche Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, ha voluto commentare l’accaduto. “Si tratta di un qualcosa di estremamente grave, ricorda molto quanto accaduto a mio fratellole parole riportate da Il Fatto Quotidiano: “Ormai non si può più parlare di casi isolati e di mele marce. C’è qualcosa che non quadra nel sistema“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Piacenza, spaccio ed estorsione in caserma: arrestati carabinieri

Carabinieri arrestati, la reazione dell’Arma: “Procederemo con rigore”

ilaria cucchi carabinieri
La risposta dell’Arma (photo Pixabay)

È arrivata, intanto, la reazione dell’Arma dei Carabinieri su quanto accaduto a Piacenza. In diretta su Rai 1, il comandante generale Giovanni Nistri ha espresso la posizione dei militari a riguardo. “Si tratta di reati molto gravi, procederemo con rigore” spiega a Rai 1, e aggiunge:Tutelo gli oltre 100mila Carabinieri che ogni giorno fanno il loro dovere nel pieno delle responsabilità“. Nistri ha tentato di mettere un po’ di pace intorno alla figura dell’Arma, dopo le accuse arrivate negli scorsi giorni da tantissime figure, tra cui Ilaria Cucchi.

Per quanto riguarda la caserma di Piacenza, intanto, saranno due stazioni mobili e 8 Carabinieri a presidiare la città emiliana. “Abbiamo rispettato i provvedimenti dell’Autorità giudiziaria” ha commentato il Comando generale dell’Arma: “Dobbiamo garantire il presidio dei nostri uomini, per tutelare la legalità e proteggere Piacenza“. Nel frattempo, la Procura Militare di Verona ha annunciato di aver aperto un fascicolo a riguardo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Portogruaro, fermato il presunto colpevole dell’omicidio di una 59enne