Tokyo 2020, ultimatum degli organizzatori: vaccino o niente

Tokyo 2020, le Olimpiadi che dovrebbero scattare tra un anno rimangono a rischio. Senza vaccini o medicinali ad hoc gli organizzatori dicono no

Olimpiadi 2020, lo stadio di Tokyo (Getty Images)

Tokyo 2020 nei mesi scorsi è diventato in realtà Tokyo 2021 e scatterà praticamente tra un anno, il 23 luglio. Ma i Giochi asiatici rimangono a fortissimo rischio nonostante le rassicurazioni del Cio. Lo ha ribadito oggi il presidente del Comitato Organizzatore, Yoshiro Mori.

Senza lo sviluppo di un vaccino o di un farmaco, nessuno potrà garantire la sicurezza e quindi salterà tutto. “Non riesco a immaginare che la situazione di quest’anno possa continuare anche il prossimo anno”. Una dichiarazione forte per un Paese che in realtà è stato tra i meno colpiti. Ma i dati del contagio negli ultimi giorni stanno risalendo, con quasi 27mila persone infette. E soprattutto gli ultimi sondaggi tra la popolazione dicono che la grande maggioranza  della popolazione vorrebbe la cancellazione.

Tokyo 2021 , Olimpiadi in pericolo (Getty Images)

Mori comunque rifiuta l’ipotesi che le Olimpiadi 2021 possano essere disputate in stadi vuoti o con capienza molto ridotta. Anche in questo caso, secondo lui, non sarebbe il caso nemmeno di cominciare. in ogni caso però sarannio monitorati attentamente i prossimi mesi e quello che succederà anche nel resto del mondo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Olimpiadi Tokyo 2021 a rischio anche il prossimo anno

Tokyio 2020, il CIO tiene duro e ha già confermato tutto il calendario

Tokyo 2020, ma il CIO cosa ne pensa? Per ora il presidente, Thomas Bach, non ha dubbi: le Olimpiadi si faranno e saranno anche sicure. Il Comitato Olimpico sta lavorando su più ipotesi, anche in coordinamento con l’OMS : “Le Olimpiadi a porte chiuse sono qualcosa che non vogliamo. Stiamo quindi lavorando per i Giochi olimpici che salvaguardino la salute di tutti i partecipanti e riflettano lo spirito olimpico”.

Olimpiadi, i giapponesi hanno dubbi (Getty Images)

Intanto però c’è il calendario, uguale a quello che doveva aprirsi venerdì. Le gare cominceranno al Fukushima Baseball Stadium con il softball alle 9 locali del 21 luglio 2021. Lo stesso giorno anche i match preliminari di calcio, i preliminari del canottaggio e i priumi turni del tiro con l’arco. La prima medaglia invece sarà assegnata nella carabina 10 metri aria compressa femminile il 24 luglio.

I due giorni piuù attesi saranno il “Super Saturday” e il “Golden Sunday”, 31 luglio e 1° agosto. In tutto 21 medaglie saranno assegnate al sabato. Ma nella stessa giornata sono in programma i quarti di finale di calcio maschile, che si terranno in quattro vstadi differenti del Giappone. Il Golden Sunday invece assegnerà 25 medaglie d’oro, compresa quella dei 100 metri maschili di atletica, le finali maschili e femminili di ginnastica e la finale del singolo maschile di tennis. Sarà anche il giorno conclusivo della scherma e del nuoto, che ha in programma cinque finali. Tutto però ancora sulla carta perché al momento nessuno garantisce che dai programmi si possa opassare anche ai fatti.