Svezia, preti donna più degli uomini: ma guadagnano meno

Per la prima volta in Svezia il numero di preti donna supera quello maschile, ma guadagnano meno: la differenza sarebbe di circa 2200 corone svedesi

Svezia

La chiesa svedese ha annunciato che, per la prima volta nella nazione, ci sono più preti donne che uomini. Su 3060 servitori di Dio, la porzione femminile è di 1533. La portavoce Cristina Grenholm ha spiegato: “Nel ’90 si era previsto che le donne avrebbero rappresentato la metà del clero svedese nel 2090, ma i tempi si sono velocizzati di molto”.

La chiesa svedese è luterana ed alle donne è concesso prendere i voti dal 1958. Nel 2000 invece c’è stata la separazione tra chiesa e stato, da lì i corsi di teologia sono stati riempiti da donne. Nel 2013 hanno fatto registrato il 70% del totale.

I principi base della chiesa luterana sono 7:

  • La Chiesa Evangelica Luterana ha le sue radici nella Chiesa apostolica: una, santa e universale.
  • Il messaggio principale è la giustificazione per sola grazia mediante la fede.
  • Soltanto la Bibbia è l’autorità in questioni di fede.
  • Tutti i credenti partecipano al sacerdozio universale.
  • La Chiesa è l’assemblea dei credenti.
  • Il credente agisce a partire dalla fede.
  • La Chiesa evangelica luterana è Chiesa ecumenica.

LEGGI ANCHE—> One Direction, sorpresa nell’aria: domani 10 anni insieme

Svezia, preti donna ed uomini: differenza di stipendi

Preghiera

In diverse parrocchie della nazione, la messa è servita da un prete donna ed uno uomo. Nonostante ciò, anche in questo caso si verifica una differenza tra stipendi. Il guadagno di un prete uomo, infatti, pare sia circa 2200 corone svedesi (215 euro) maggiore rispetto a quello di una donna. L’ipotesi della Grenholm in merito a questo fenomeno riguarderebbe il fatto che al comando della chiesa c’è un numero di uomini maggiore.

LEGGI ANCHE—> Covid-19, arriva la svolta nelle cure: isolati i “super anticorpi”