Spagna, prove di lockdown: chiude un esercizio commerciale su otto

0
42

Prove di lockdown per la Spagna. Secondo quanto spiegato da Hosteleria de Espana, hanno già chiuso un gran numero di bar, ristoranti e hotel

spagna lockdown
Spagna, è allarme lockdown: chiude un esercizio commerciale su otto (Getty Images)

In Spagna, l’emergenza Coronavirus si sta facendo nuovamente preoccupante. I numeri sono in aumento continuo, tanto che in Catalogna si pensa ad un nuovo lockdown. A subire i danni di tutto ciò, come già successo nei mesi scorsi, saranno soprattutto le attività lavorative.

Secondo quanto denunciato da Hosteleria de Espana, già circa 40mila esercizi commerciali hanno chiuso i battenti: si tratta di uno su otto del totale. Dalle prime stime, soprattutto se ci dovesse effettivamente essere un secondo lockdown totale, si potrebbe arrivare alla chiusura di 60mila attività lavorative. Tra i settori maggiormente colpiti, quello del turismo. Nonostante il periodo estivo e le temperature calde, a mancare sono proprio i visitatori dall’estero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, in Argentina salgono i numeri: 113 decessi nelle ultime 24 ore

Spagna, economia in crisi: gli effetti del lockdown

spagna lockdown
La situazione potrebbe peggiorare nelle prossime settimane (Getty Images)

Se già ora l’economia in Spagna è in crisi, con un secondo lockdown la situazione potrebbe precipitare. I numeri parlano chiaro: un esercizio commerciale su otto ha già chiuso, per paura o per mancanza di fondi. Al momento, non sembrano esserci spiragli per un miglioramento immediato, anzi. Dopo la denuncia iniziale da parte di Hosteleria de Espana, che ha fornito dati allarmanti, il presidente dell’associazione José Luis Izuel ha spiegato meglio cosa sta succedendo. “Non ci sono più turisti, nemmeno nelle località balneari più conosciute e apprezzate” sono le parole riportate dall’Ansa:Diversi locali sulla spiaggia e in zone turistiche hanno dovuto chiudere“.

Ma la mancanza di turisti non è l’unico problema dell’economia spagnola. Come raccontato da Izuel, lo smart working – diventato usuale soprattutto durante il primo lockdown – sta attaccando pesantemente bar e ristoranti. “Non ci sono più i dipendenti che si fermano per un caffè o per pranzare” continua il presidente di Hosteleria de Espana: “Capita soprattutto a Madrid, ma anche in altre città“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Tragedia in Francia, auto si ribalta e prende fuoco: morti cinque bambini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui