A fuoco il “Muro delle bambole”: distrutta l’opera contro la violenza sulle donne

A Milano, probabilmente per una bravata, è andato a fuoco il “Muro delle bambole”, l’installazione dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne

muro delle bambole (tusciaweb.it)
muro delle bambole (tusciaweb.it)

A Milano è bruciato il “Muro delle donne“, l’installazione contro la violenza sulle donne nato da un’idea di Jo Squillo, Giusy Versace e Francesca Carollo. L’opera che ricorda le vittime del femminicidio si trova a via De Amicis, fortunatamente il rogo è stato domato in pochi minuti dai pompieri. Secondo i primi rilievi dei vigili del fuoco e della polizia locale l’incendio sarebbe scoppiato a causa di una semplice bravata. A quanto pare nella notte tra sabato e domenica alcuni ragazzini erano in strada ad accendere dei petardi per puro divertimento. Le forze dell’ordine sarebbero già sulle tracce dei ragazzi e vicini alla loro identificazione.

LEGGI ANCHE -> Sassari, 65enne ai domiciliari: presunti abusi su nipote minorenne

L’incendio al “Muro delle Bambole”

muro delle bambole
muro delle bambole (losbuffo.it)

Il “Muro delle Bambole” è stato inaugurato nel 2014 con lo scopo di accendere i riflettori sulla violenza vissuta dalle donne. È nato su iniziativa dell’omonima onlus fondata da Jo Squillo, Giusy Versace e Francesca Carollo. Le co-fondratici si augurano innanzitutto che il rogo non sia volontario in quanto “il muro è patrimonio della cittadinanza“. La promessa della onlus è che il restauro avverrà rapidamente affinché il muro “continui a rappresentare l’impegno continuo contro la violenza sulle donne“. L’incendio ha comprensibilmente sollevato l’indignazione di diversi esponenti politici locali e nazionali di entrambi gli schieramenti. “Il Muro delle bambole è un patrimonio dell’intera comunità – ha dichiarato Mariastella Gelmini – fa male vederlo distrutto in quanto ogni bambola rappresenta una storia di una donna vittima di violenza“.

LEGGI ANCHE -> Il calcio dilettantistico saluta Luca: il calciatore è morto a 30 anni