Polizia smantella una “psicosetta”: tra i reati anche abusi su minorenni

Una “psicosetta” con a capo un 77enne è stata smantellata dalla polizia, i membri sono accusati tra le altre cose anche di abusi su minorenni

Polizia omicidio
Polizia

La procura di Torino-Direzione distrettuale Antimafia ha arrestato un uomo di 77 anni considerato a capo di un “psicosetta” ormai definitivamente smantellata. Dopo due anni di indagini la polizia è riuscita infatti ad eseguire 26 perquisizioni individuali e 21 locali tutte distribuite nelle province di Milano, Pavia, Novara e Genova. A capo della setta ci sarebbe appunto un uomo di 77 anni che riusciva ad influenzare un gran numero di adepti risultate in maggioranza donne. All’uomo e ai membri della setta sono accusati di messo in atto diversi orribili reati. Oltre all’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù sono accusati inoltre anche di violenze sessuali. In merito alla contestazione di quest’ultimo reato tra le vittime del 77enne e dei membri della sua setta ci sarebbero anche dei minorenni.

LEGGI ANCHE -> G8, un libro mette in dubbio la versione ufficiale sui pestaggi alla Diaz

L’orrore per gli abusi della “psicosetta”

Inchiesta
Abuso su minori (via Pixabay)

Purtroppo la “psicosetta” smantellata dalla polizia lombarda non è l’unico caso accertato in Italia. Solo qualche mese fa, ad aprile, i carabinieri di Bergamo sono riusciti ad arrestare un 50enne che era a capo di una terribile setta. Gli appartenenti erano infatti continuamente sottoposti a maltrattamenti e vessazioni da parte del santone. L’uomo negli anni che vanno dal 2012 al 2014 si è inoltre reso colpevole di abusi sessuali anche nei confronti di due bambini. A quanto pare gli abusi si sarebbero consumati all’interno di due abitazioni nella provincia di Fermo e Ascoli Piceno dove il santone faceva solitamente riunire i suoi adepti.

LEGGI ANCHE -> Lecco, 34enne muore annegato nel Lago Annone: corpo ritrovato dopo ore