Coronavirus, Roma vittima di teppisti che sputano sulle auto

Da diversi giorni Roma è sotto l’attacco di teppisti che sputano sulle auto in sosta, un gesto che al tempo del coronavirus è da ritenere criminale

auto parcheggiate
auto parcheggiate (ilmessaggero.it)

Nelle zone della movida a Roma gruppi di giovani teppisti hanno preso l’abitudine di sputare sulle auto in sosta, un gesto che oltre al comprensibile disturbo può portare alla psicosi coronavirus. Diverse segnalazioni ai vigili sono arrivate da diverse parti della capitale. Bersagli preferiti dei vandali sono le auto in sosta che vengono prese di mira puntando sopratutto su vetri e portiere. Sabato sera nel quartiere Testaccio, noto per essere punto di ritrovo della vita notturna romana, ben 32 veicoli sono stati colpiti dai vandali. Intanto tra i proprietari delle auto cresce la preoccupazione di poter in questo modo contrarre il coronavirus. In loro soccorso si è mobilitato anche il gestore di una nota discoteca del Monte dei Cocci che ha messo a disposizione dei propri ospiti gel igienizzanti per la pulizia delle portiere delle auto.

LEGGI ANCHE -> Torino, tassista intrappola il suo stalker facendosi seguire fino ai poliziotti

A Roma così aumenta il rischio contagio da coronavirus

Polizia Municipale
Polizia Municipale (studiolegalesalata.it)

L’assalto alle auto nel quartiere Testaccio non è l’unico caso verificatosi a Roma. A Trastevere la casa della nota costumista Fiorenza Cipollone è stata presa di mira dai teppisti che sputando hanno colpito maniglie, citofoni e porte. Un gesto inconcepibile che, oltre al disgusto, mette seriamente a rischio la salute pubblica. La costumista infatti per paura del contagio si è vista costretta a recintare l’ingresso allo stabile usando del nastro di plastica. Sulle tracce dei vandali intanto si sono messi gli agenti della polizia municipale di Roma. I vigili, grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, contano di riuscire presto a fermare il gruppo di teppisti. A seguito delle norme anticovid i vandali rischiano l’arresto fino a tre mesi e una multa di 206 euro.

LEGGI ANCHE -> Chieti, litiga con il vicino di casa e decide di dargli fuoco