Vasco Rossi, nuovo album in arrivo e una clamorosa sorpresa

Vasco Rossi è pronto per ripartire dopo il lockdown: nel 2021 un album di inediti, i suoi concerti ma anche il ritorno sul palco che lo ha lanciato

Vasco Rossi silvia
Vasco Rossi, nuovo album in arrivo (Getty Images)

Vasco Rossi è uscito rafforzato dalla lunga quarantena. Chi lo immaginava dimesso e tormentato dovrà ricredersi perché lui è già in piena attività e ha progetti importantissimi per il 2021. Un nuovo album, un’estate fatta di concerti negli stadi italiani ma anche un ritorno clamoroso, quello sul palco del Festival di Sanremo.

Una buona parte dei suoi piani, Vasco l’ha confessata a ‘Robinson’, il supplemento culturale de La Repubblica. Intanto il nuovo, un disco di inediti che arriverà a sette anni di distanza da “Sono Innocente”, del 2014. “Sono qua nel mio quartier generale a Rimini, città che ho sempre amato moltissimo e in cui sono venuto per tanti anni di seguito. Cosa farò? Ebbene sì, lo annuncio ufficialmente dalle pagine di Robinson: sono qui per buttare giù le idee per un nuovo album”.

Vasco Rossi concerti 2020
Vasco Rossi, nei proogrammi c’è anche Sanremo (Getty Images)

La data di uscita non c’è ancora, ma intanto l’attesa sale. Anche perché solo qualche giorno fa sono state confermate la date del suo tour estivo, lo stesso che l’avrebbe visto protagonista adesso. Il 13 giugno 2021 Vasco sarà agli I-DAYS di Milano, il 18 giugno a Firenze Rocks, nella Visarno Arena e il 22 all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola. Poi, doppio appuntamento: il 26 e 27 giugno al Circo Massimo per il Rock in Roma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vasco Rossi, svelata l’identità di Silvia: “Di lei, ho un’immagine tutta mia”

Vasco Rossi torna anche a Sanremo? Amadeus e Fiorello stanno lavorando

Vasco Rossi non lo dice, ma crescono le possibilità che il 2 marzo, prima serata del Festival di Sanremo, sul palco dell’Ariston ci sia anche lui. Come artista in gara ha avuto pochissima fortuna, anche se poi ci ha pensato il pubblico a ricompensarlo. Ma non  sarebbe nemmeno la prima volta da super ospite. Nel 2005 infatti, quando conduceva Paolo Bonolis, il ‘Komandante’ arrivò a Sanremo accompagnato dal fido Maurizio Solieri. E al Festival cantò “Vita spericolata” (il brano portato in gara nel 1983) oltre a “Un senso”.

Amadeus e Fiorello, riconfermatissimo come padroni di casa al festival di Sanremo numero 71, ci stanno lavorando. Due mesi fa, durante la prima diretta social per annunciare il loro ritorno, lo avevano detto come battuta: “Sarebbe bello avere Vasco Rossi come superospite, magari durante la prima puntata. Ma su quel palco vorremmo anche Raffaella Carrà: sarebbe bellissimo esibirci insieme a lei”. Adesso però è molto altro.

E in fondo già lo scorso anno lo stesso Vasco, intervistato da ‘La Stampa’ era stato possibilista. Aveva raccontato di aver preso in considerazione la possibilità di diventare direttore artistico dell’edizione 2020 prima di Amadeus. “Volevo accettare di fare Sanremo per consacrare me stesso e le mie canzoni. Farle cantare a tutti, ai superospiti ma anche ai concorrenti. Un duetto qua, un duetto là… Sigla iniziale e finalmente sempre una mia canzone”. Succederà, forse.