5 consigli da seguire al mattino per affrontare al meglio la giornata

Riuscire ad affrontare al meglio la giornata non è una missione impossibile: basta seguire 5 semplici consigli dal mattino

svegliarsi benefici (tpi.it)
svegliarsi benefici (tpi.it)

Affrontare la giornata con la giusta carica ed energia non è un’impresa impossibile: basta infatti decidere di seguire appena 5 semplici consigli per riuscire a trovare la marcia in più che serve. Il resto della nostra giornata può essere infatti notevolmente influenzato da quello che facciamo appena svegli. Innanzitutto regalatevi una sana colazione con i giusti tempi: non c’è nulla di peggio che svegliarsi tardi e bere semplicemente un caffè al volo. Provate magari ad organizzarvi già la sera prima, guadagnerete tempo e potrete concedervi con calma il pasto più importante della giornata. Dedicate un po’ di tempo, almeno 5 minuti, al vostro benessere psicofisico magari facendo yoga o degli esercizi, in questo modo riceverete una notevole carica d’energia e migliorerà anche la qualità del sonno.

LEGGI ANCHE -> Gambe sempre al top: 5 consigli su come valorizzarle

I consigli da seguire al mattino

colazione
colazione (dersutmagazine.it)

Prendetevi del tempo per coccolarvi. Una buona idea potrebbe immergersi in una vasca, meglio se idromassaggio, per riuscire a rilassarvi prima di affrontare una giornata al lavoro. Anche bere con calma una tisana o semplicemente ascoltare la vostra musica preferita può essere di grande aiuto. Se siete dei pendolari evitate di usare il tempo trascorso in treno o in autobus per compilare liste di cose da fare o leggere mail. Piuttosto guardate il panorama che scorre e lasciatevi trasportare dai vostri pensieri. Dimenticatevi del telefono per almeno 30 minuti. È provato che fare telefonate o controllare le mail appena svegli vuol dire cercare di attivare la mente ben prima che sia effettivamente pronta. In questo modo riuscirete ad avere una maggiore concentrazione durante il resto della giornata.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, tampone in tre minuti: il brevetto è tutto italiano