CONDIVIDI

Maturità 2020, ecco come sono andati gli esami di Stato in tempi di coronavirus. E’ direttamente il Ministero dell’Istruzione a offrire una precisa prospettiva percentuale dell’andamento nazionale. 

maturità 2020
 (Getty Images)

Maturità 2020, è alta la percentuale dei promossi agli esami di Stato in tempi di coronavirus. Tuttavia, al contempo, è anche leggermente e sorprendentemente al ribasso rispetto allo scorso anno.

Scuola esami di maturità
 (Foto: Getty)

Maturità 2020, voti a confronto col 2019

Secondo i primi dati raccolti dal ministero dell’Istruzione, infatti, i promossi sembrano essere il 99.5%. Una media alta e importante considerando il percorso travagliati di quest’anno tra lockdown e tutte le difficoltà successive, ma appunto leggermente inferiore alla precedente che contava il 99.7% dei diplomati nell’estate del 2019.

Potrebbe interessarti anche —-> Di Maio: “Autostrade? Escludo una caduta del governo, risultato soddisfacente” 

Quest’anno tuttavia si registra un miglioramento sui studenti che salutano gli istituti con voto 100. La percentuale passa infatti dal 5.6% dello scorso anno al 9.9% di quest’anno. Bene anche per quanto riguarda l’assegnazione della lode: sono state 12.129, con un 2.6% dei candidati rispetto al 1.5% precedente con 7.513 scolari.

Paste the following code before the "" or "" tag

Un diplomato su due, invece, ha comunque preso un voto superiore all’80. Nel rapporto rapporto percentuale tra diplomati con lode e senza, la percentuale più alta si registra in Puglia con un 5.2%. Il podio è poi completato dall’Umbria con 4% e il Molise con il 3.8%.

Intanto Lucia Azzolina, ministra dell’Istruzione, continua a lavorare ininterrottamente per riaprire le scuole nella massima sicurezza il prossimo 14 settembre.  “Prosegue il lavoro con i Tavoli regionali per la ripresa di settembre. Oggi al Ministero dell’Istruzione ho incontrato quello del Lazio”, ha scritto su Facebook.

E ancora: “Anche in questo caso ho trovato molta collaborazione da parte delle diverse componenti. È il clima giusto per raggiungere l’obiettivo che abbiamo tutti in comune: riaprire le scuole, a settembre, in presenza e in sicurezza”. 

Leggi anche —-> Pubblica Amministrazione, portale bloccato: prorogate domande iscrizione