Trump, parla la nipote: “Gli Usa sono sull’orlo del baratro, si dimetta subito”

Mary Trump, nipote del presidente degli Stati Uniti, ha accusato suo zio di essere un “pericolo per l’America” e lo ha invitato a dimettersi

trump nipote
Donald Trump, che accusa della nipote: “Si dimetta!” (Getty Images)

Donald Trump non vive il migliore dei suoi periodi. I consensi sono ai minimi storici, anche a causa della gestione degli ultimi fatti accaduti negli Stati Uniti. Oltre ai cittadini, anche la sua famiglia inizia ad andargli contro e a non supportarlo più.

Mary Trump, nipote del tycoon, ha parlato per la prima volta ai microfoni di Abc. Su di lei, infatti, c’era un patto di riservatezza ottenuto da un altro zio della famiglia. “Non sa come guidare il nostro Paese, è assolutamente incapace di farlo” l’accusa di Mary nei confronti di suo zio: “Deve dimettersi. Gli Usa sono sull’orlo del precipizio, dobbiamo prendere una decisione definitiva“. La nipote di Donald Trump ha anche pubblicato un libro a riguardo, in cui definisce lo zio come un sociopatico che ha rovinato la sua famiglia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stati Uniti, prima condanna a morte dopo 17 anni

Trump, attacco alla Cina: “Hanno portato la maledizione del Coronavirus”

Trump nipote
Il tycoon ha attaccato la Cina e il rivale Biden (Getty Images)

Donald Trump continua a far parlare di sé, e non solo per l’attacco del nipote nei suoi confronti. Nella giornata di ieri, il tycoon è intervenuto in conferenza stampa dalla Casa Bianca per fare il punto della situazione negli Usa. Oggetto del suo discorso la Cina, attaccata pesantemente nel più ampio contesto della rete 5G di Huawei. “Hanno portato la maledizione del Coronavirus nel mondo” afferma il presidente, che poi attacca il rivale Biden: “Ai tempi della presidenza Obama, ha permesso ai cinesi di spiarci, per fortuna ci sono io che ho messo fine a tutto questo“.

Il discorso alla nazione di Donald Trump, ben presto, si è tramutato in un comizio elettorale vero e proprio. Tanti gli argomenti affrontati, dal muro fino all’Accordo di Parigi. Alla fine, alcune televisioni nazionali progressiste come la Cnn e Msnbc hanno deciso di sospendere il collegamento in diretta, per non dare troppo rilievo a quanto il tycoon stava dichiarando.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> New York, ennesima sparatoria a Brooklyn: morto bimbo di un anno