CONDIVIDI

Cadavere carbonizzato trovato in una campagna in Sicilia: il corpo era di Andrea Paternò, un uomo di 40 anni scomparso ormai da giorni dalla sua abitazione. Possibile che sia stato prima ucciso e poi arso. Indagano i Carabinieri che stanno ascoltando amici e parenti. 

Torino Genitori
(Gettyimages)

Scoperta macabra in provincia di Enna, in Sicilia, dove ora i Carabinieri indagano sull’omocidio di un uomo. Il deceduto si chiama Andrea Paternò, aveva 40 anni, e il suo corpo è stato trovato carbonizzato insieme all’auto in cui giaceva.

Cadavere carbonizzato ritrovato in Sicilia

Il ritrovamento è avvenuto nelle campagne di Pietraperzia, ai confini con Barrafranca. L’uomo si occupava di animali da allevamento insieme al padre. Era scomparso da giorni, senza far mai più rientro a casa, e con la famiglia che ha presto lanciato l’allarme.

Paste the following code before the "" or "" tag

Nelle ultime ore è seguito il ritrovamento choc, con l’identificazione avvenuta con una rigorosa perizia scientifica. La segnalazione è arrivata da alcuni passanti che hanno notato un’auto in fiamme, allertando subito le Forze dell’ordine. Non è escluso tuttavia che il 40enne sia stato prima ucciso e poi sia stato messo lì in secondo momento.

Potrebbe interessarti anche —-> Deep web, bambini torturati e uccisi in diretta: denunciati due piemontesi 

Le autopsie in corso faranno chiarezza sulla vicenda. Nel frattempo i militari stanno provando a ricostruire l’intero quadro, partendo dalla personalità della vittima e passando per le frequentazioni. Si stanno sentendo anche i parenti e gli amici per fornire elementi utili per le indagini.

Leggi anche —–> Monte Bianco, due alpinisti genovesi precipitano dalla Cresta Kuffner