CONDIVIDI

Continua la “police brutality” negli usa, con un uomo immobilizzato con un ginocchio sul collo. Tre poliziotti indagati per il caso in Pennsylvania.

Usa uomo
La scena dell’arresto in Pennsylvania (via Screenshot)

E’ passato poco più di un mese dalla tragica morte di George Floyd, ragazzo afroamericano ucciso dalla polizia dopo un soffocamento di quasi dieci minuti. Eppure in Usa continua il fenomeno della police brutality, con un altro uomo che ha rischiato di perdere la vita in circostanze molto simili.

L’episodio è avvenuto ad Allentown, una contea della Pennsylvania, dove un uomo è stato fermato dalla polizia. Successivamente i poliziotti, per immobilizzarlo hanno deciso di applicare la stessa tecnica usata per Floyd, mettendo il ragazzo a pancia in giù e con le mani dietro la schiena e poi facendo pressione con il ginocchio sul collo.

Fortunatamente stavolta le conseguenze non sono state tragiche, con i poliziotti che hanno allentato la presa dopo che alcuni passanti hanno ripreso la scena sul loro smartphone. Andiamo quindi a vedere il video che sta girando sui social, cercando di ricostruire quanto accaduto.

Usa, uomo immobilizzato come Floyd: in poche ore il video diventa virale

Un episodio che ha riscatenato le proteste in Pennsylvania, quello dell’uomo arrestato dinanzi al pronto soccorso del campus Sacro Cuore ed all’ospedale di San Luca, ad Allentown. A filmare il tutto ci ha pensato la mano ferma di un automobilista, che da dentro la sua vettura ha ripreso gli attimi dell’arresto.

Paste the following code before the "" or "" tag

Dopo appena sette minuti dall’inizio del video, possiamo vedere uno dei tre agenti che preme con il ginocchio sul collo dell’arrestato. Così la testa ed il collo dell’arrestato vengono schiacciati tra strada e marciapiede, rischiando il soffocamento.

Una scena che ha indignato non poco l’intero stato americano, con i cittadini che adesso chiedono la sospensione dei tre agenti coinvolti. La polizia di Allentown ha annunciato l’apertura delle indagini sul caso, con i tre poliziotti che adesso saranno sotto la lente d’ingrandimento.

Secondo la ricostruzione degli agenti, l’uomo è stato arrestato dopo aver vomitato nell’area di sosta del pronto soccorso. Sia i poliziotti che i sanitari del pronto soccorso hanno provato a dialogare con l’uomo, che però ha iniziato ad urlare per strada. Così poco dopo, gli agenti hanno deciso per l’arresto dell’uomo, compiendo la manovra incriminata.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !