CONDIVIDI

Padre e figlio sono stati accoltellati nel corso di una rapina ieri sera a Napoli, nei pressi della Stazione Centrale, sa quattro persone a bordo di uno scooter

Napoli

Ieri sera al corso Meridionale, nei pressi della Stazione Centrale di Napoli, padre e figlio sono stati accoltellati nel corso di una rapina. Quattro persone in sella ad uno scooter si sono avvicinati all’auto delle due vittime minacciandoli con un coltello. La richiesta? Un tablet.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, mascherine e non solo: le nuove misure dal 14 luglio

Paste the following code before the "" or "" tag

Napoli, le condizioni di salute delle vittime

I delinquenti, dopo la reazione non concorde di padre e figlio, hanno colpito il 51enne con tre colpi all’addome ed il 18enne con due fendenti alla gamba sinistra ed altri due al polpaccio.

I due sono stati portati al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco e poi dimessi: la prognosi è di 10 giorni. Ora i carabinieri della compagnia Stella sono al lavoro per le indagini del caso. I malviventi rischiano dai 6 ad i 20 anni di reclusione oltre alla pena pecuniaria. La notizia è riportata dall’ADNKronos.

Nell’indice di criminalità dell’ultimo anno, Napoli è al 17esimo posto in Italia. Le denunce annue sono state 133,975. La città partenopea, però, riguardo alle rapine è al primo posto tra tutte le città d’Italia con un totale di denuncia di 4858. Ultima al 104esimo posto invece c’è Oristano.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, Locatelli: “La scuola ripartirà, ma il virus non si è indebolito”