CONDIVIDI

Un 28enne di Roma, dopo aver bevuto un bicchiere d’acqua gelata, si era recato al pronto soccorso del Policlinico di Tor Vergata dimesso è poi morto al rientro a casa

ambulanza
ambulanza (ilgiornaledivicenza.it)

Il 9 luglio un giovane 28enne di Roma è morto dopo aver fatto ricorso alle cure del Policlinico di Tor Vergata dove si era recato per un malore insorto dopo aver bevuto un bicchiere d’acqua gelida. Secondo il racconto della moglie il ragazzo ha continuato ad accusare forti dolori all’addome dopo il rientro a casa. Il giovane, sentendosi leggermente meglio, avrebbe deciso di andare a dormire. Poco dopo la moglie si sarebbe invece resa conto del peggiorare delle sue condizioni tanto da decidere di allertare immediatamente il 118. Il personale sanitario però, giunto sul posto, non ha potuto fare altro che costatare il decesso del 28enne.

LEGGI ANCHE -> Uomo precipita dal balcone e atterra su un altro: morti entrambi

Paste the following code before the "" or "" tag

Le dichiarazioni del Policlinico di Roma sulla morte del 28enne

pronto soccorso roma
pronto soccorso roma (nextquotidiano.it)

Sul decesso del giovane è stata quindi aperto un fascicolo per accertarne le cause, l’ipotesi è di omicidio colposo anche se al momento non c’è nessun inscritto nel registro degli indagati. A questo punto si attendono i risultati dell’autopsia. Intanto il Policlinico Tor Vergata ha intanto rilasciato una nota dov’è spiegata la posizione dell’ospedale sulla triste fine del giovane. Nella dichiarazione viene chiarito che il 28enne, dopo essere arrivato in ospedale in tarda mattinata, ha firmato per lasciare la struttura contro il parere medico. In sostanza dopo aver effettuato ogni esame necessario rispetto ai sintomi che riportava, in serata il giovane avrebbe infatti deciso di rifiutare la proposta di ricovero e ha lasciato l’ospedale intorno alle 22.04.

LEGGI ANCHE -> Bimba di 4 anni stuprata e picchiata a morte: fermato 27enne