Il turismo è in ginocchio, persi 110mila posti di lavoro nel mese di Giugno

Il settore del turismo italiano è in una crisi senza precedenti. E purtroppo i report a disposizione, dicono che il peggio deve ancora arrivare.

Getty Images

Com’era facilmente prevedibile, il settore del turismo è quello che sta scontando più duramente la crisi innescata dal coronavirus. Il problema però, è che i dati iniziano ad essere persino più drammatici del previsto.

A giugno infatti si è registrato un calo dell’80 per cento dei visitatori rispetto allo scorso anno. Se com’era prevedibile l’assenza di stranieri a causa delle norme anti-Covid sta pesando tantissimo, lo era forse meno il fatto che anche gli stessi italiani hanno paura di spostarsi.

Sempre rispetto allo scorso anno infatti, nel mese scorso il mercato domestico segna un pericoloso meno 64 per cento. 

A farne le spese sono naturalmente i lavoratori del settore. L’Osservatorio di FederAlberghi ha già certificato che a giugno sono andati in fumo più di 110 mila posti di lavoro stagionali.

E il bilancio per i prossimi due mesi sembra destinato a salire. 

Leggi anche: Disoccupazione, impennata del 7.8%. Mezzo milione in più senza lavoro

Anche la Coldiretti conferma la crisi senza fine del turismo

Getty Images

Anche le stime della Coldiretti confermano purtroppo questo trend.

L’ultimo report dell’associazione che rappresenta l’agricoltura italiana, attesta che nel mese scorso si sono registrati dieci milioni di turisti in meno. Il rapporto evidenzia poi il fatto che un italiano su quattro ha già rinunciato ad andare in ferie nel mese di luglio. La causa di questo risiede principalmente nell’incertezza economica che regna in questo momento nel paese.

Sempre secondo i dati della Coldiretti, questa situazione ha portato gli italiani a scegliere come meta delle loro vacanze destinazioni molto vicine al luogo in cui vivono. In più, è aumentata la tendenza rispetto allo scorso anno a soggiornare da amici e parenti.

Bernardo Bocca, presidente di FederAlberghi, ha dichiarato, commentando questi dati, che la crisi scatenata dal coronavirus è ancora in corso. E purtroppo “continua a flagellare il sistema dell’ospitalità italiana”.

Leggi anche: Reddito delle famiglie, duro l’impatto del Covid-19: lo studio di Bankitalia