Varese, insulti omofobi in sala operatoria: sospeso il primario

Varese, insulti omofobi in sala operatoria: sospeso il primario. Aveva pronunciato frasi offensive nei confronti del paziente sedato

Sala operatoria
Varese, insulti omofobi in sala operatoria: sospeso il primario (Foto: Getty)

Un primario dell’azienda sanitaria Sette Laghi, è stato sospeso per una bruttissima vicenda occorsa durante un’operazione presso l’ospedale di Cittiglio, in provincia di Varese. Il medico si sarebbe lamentato con frasi irriguardose nei confronti del paziente sedato su cui stava effettuando un intervento. Il fatto risale allo scorso 25 marzo ed è stato raccontato anche in un servizio del TG3.

Il chirurgo in pieno periodo Covid-19 è andato su tutte le furie durante un’operazione e avrebbe pronunciato le seguenti parole: “Guardate se con tutta l’emergenza del coronavirus devo operare questo ‘frocio’ di m…”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Egitto, Haader al-Hay arrestata per i suoi video su Tik Tok

Varese, insulti omofobi in sala operatoria: sospeso il primario

Insulti omofobi sala operatoria
Varese, insulti omofobi in sala operatoria: sospeso il primario (Foto: Getty)

La situazione si sarebbe surriscaldata all’interno della sala operatoria quando un altro medico, infastidito da queste frasi, avrebbe risposto in malo modo al collega, invitandolo ad uscire.

Questo ha fatto si che l’intervento si concludesse in modo sbrigativo e con forte nervosismo. L’Ordine dei Medici di Varese ha deciso di aprire un’inchiesta per approfondire l’accaduto e ha sospeso in via provvisoria il primario.

E’ intervenuto sulla vicenda anche Giovanni Boschini, presidente Arcigay di Varese, che ha ringraziato il paziente per l’esposto e per non aver taciuto sulla brutta vicenda: “A lui va tutta la nostra solidarietà. Vogliamo collaborare con l’azienda ospedaliera per cercare di evitare che fatti del genere possano ripetersi anche in futuro”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fiumicino, 27enne morto dopo un volo dal terrazzo condominale