Russia, dirigente dell’Agenzia spaziale accusato di tradimento: arrestato

0
2

Russia, Ivan Safronov è stato arrestato e ora rischia 20 anni di carcere: l’annuncio è stato diramato direttamente dall’Agenzia spaziale Roskosmos, presso cui lavorava.

Ivan Safronov
Russia, arrestato Ivan Safronov (photo Getty)

Ivan Safronov, ex giornalista russo e consigliere del direttore dell’Agenzia spaziale Roskosmos, è statao arrestato e ora rischia 20 anni di carcere. Come riporta Repubblica, le autorità russe hanno arrestato l’ex giornalista con l’accusa di “tradimento e spionaggio”, a favore di un imprecisato Paese della Nato.

Già in passato, Safronov era stato al centro delle pagine dei quotidiani dopo aver scritto, per Kommersant, della fornitura russa di caccia all’Egitto. In quell’occasione, però, l’ex giornalista venne interrogato e le conseguenze non furono drastiche: il pezzo venne rimosso dal sito e tutto finì lì. Questa volta, però, le accuse sono pesanti e l’arresto di Safronov potrebbe portare a conseguenze ben più gravi.

Leggi anche >>> Peste nera, anche la Russia si muove e prende una ferma decisione

Russia: arrestato Ivan Safronov per tradimento

Ivan Safronov
Ivan Safronov (photo Getty)

Numerose le proteste dei giornalisti russi a seguito dell’arresto di Safronov. Molti suoi colleghi, come riporta Repubblica, si sono radunati sotto al palazzo dell’Fsb, il quartier generale dei servizi segreti russi. Ciò che rivendicano i giornalisti è la “libertà di stampa”, secondo loro violata con questa scelta.

A riportare la notizia dell’arresto del consigliere del direttore dell’Agenzia spaziale è stata l’agenzia di informazione russa, Ria. L’agenzia in questione ha anche citato una dichiarazione dell’Fbs, riportata da Repubblica, dove viene dichiarato che l’accusato avrebbe raccolto e offerto al suo rappresentante (l’indefinito Paese della Nato) informazioni riservate circa la cooperazione tecnico militare.

Da quanto si apprende, nella famiglia Safronov, il giornalismo era di casa: anche suo padre, anch’egli di nome Ivan era un noto commentatore militare. Suo padre Ivan è morto in circostanza poco chiare: sembra sia caduto accidentalmente dal quinto piano di un palazzo, nel 2007. Anche il padre dell’oggi carcerato, come leggiamo dalla fonte, aveva indagato sulla richiesta di armi russe a Iran e Siria.

Potrebbe interessarti anche: Russia, vince il sì al referendum: Putin potrebbe restare fino al 2036

F.A.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui