CONDIVIDI

Peste nera: dopo i casi accertati in Mongolia, la Russia ha deciso di muoversi e di prendere una ferma decisione, al fine di evitare l’espansione dei contagi.

Marmotta
La Russia impone il divieto di caccia delle marmotte (photo Pixabay)

La peste nera inizia a far paura non solo in Mongolia. Anche la Russia, dal canto suo, ha iniziato a prendere misure drastiche. Come riporta Skytg24, infatti, le autorità di Mosca hanno aumentato i controlli al confine con Cina e Mongolia, con l’obiettivo di fermare i cacciatori di marmotte.

Già le autorità di Bayannur, città della Mongolia, nei giorni scorsi hanno emesso diversi avvertimenti dopo i casi sospetti della cosiddetta “peste delle marmotte”. Le stesse autorità, come riferisce la fonte, hanno chiesto di segnalare eventuali marmotte malate o morte. I due casi di peste bubbonica, infatti, risalgono alla scorsa settimana.

Leggi anche >>> Cina, ritorna anche la peste bubbonica: un pastore è in quarantena

Peste nera: la Russia blocca la caccia alle marmotte

Marmotta
Marmotta (photo Pixabay)

Come riporta Skytg24, sono in particolar modo le autorità dell’Altai ad imporre i divieti di caccia, vista la pericolosità dell’entrata in contatto con i grandi roditori. Com’è noto, infatti, i due casi della scorsa settimana sono riconducibili a persone che hanno mangiato carne di marmotta. La scelta delle autorità russe è stata presa proprio per questo motivo.

Ciò che preoccupa maggiormente è un fattore che lega la malattia della peste nera al nuovo Coronavirus: l’alto tasso di contagiosità. Questa malattia, oltre ad essere contagiosa, si rivela spesso fatale e circola, principalmente, per mezzo dei roditori.

Al momento, le autorità russe hanno imposto il divieto di cacciare i grandi roditori, nella speranza che non si vadano a creare focolai della malattia. La Mongolia, intanto, come fanno sapere le autorità, ha messo già in quarantena la regione dove si sono verificati i due casi di “peste delle marmotte”.

Potrebbe interessarti anche: Mongolia, è allarme peste nera: una regione messa in quarantena

F.A.