CONDIVIDI

Milan-Juventus: highlights, voti e tabellino del big match tra due storiche rivali che ha i rossoneri calare un sorprendente poker

Milan Juventus
Milan Juventus

Questa sera è andato in scena, in un Meazza vuoto, una delle partite che hanno da sempre affascinato tifosi e non. Quella tra due rivali storiche, Milan e Juventus, che in questo periodo storico vivono due situazioni diametralmente opposte.

Il primo tempo, abbastanza noioso, vede due squadre non propense a rischiare. Sono poche infatti le emozioni degne di nota. Solo Zlatan Ibrahimovic scala i guantoni di Szczesny per due volte, al 23′ e 25′, senza però impensierirlo nemmeno troppo.

La seconda frazione, invece, è tutt’altra partita. Si parte subito con un gol, poi annullato per fuorigioco di Ibrahimovic, al 47′. Dopo pochi secondi arriva quello che sblocca sul serio la gara in favore della Juve e porta il nome di Adrien Rabiot. Il francese sfodera un tiro dal limite che si insacca nel sette a destra. Passano poco più di 5 minuti quando un gran cross di Cuadrado trova la testa di Cristiano Ronaldo che, a sua volta, sorprende Donnarumma e sigla il raddoppio.

Quando ormai sembrava messa in cascina per gli uomini di Sarri, arriva il momento del Diavolo che risorge dalle sue ceneri. Prima viene concesso il rigore per fallo di mano in area di Bonucci al 62′: ad incaricarsi del tiro è Ibra che non sbaglia. Dopo 4′ lo svedese si veste da assist-man servendo un passaggio prezioso a Kessié che non deve far altro che spingere la palla in rete: ripristinata la parità. Non è finita qui, passa solo un minuto e Leao compie una rimonta pazzesca.

Palla filtrante di Rebic, il portoghese fa fuori un avversario e spara un diagonale che va alle spalle di Szczesny. Il Milan è una furia ed al 75′ ci prova ancora con Rebic che, dopo aver dribblato due difensori, si fa anticipare dal portiere. Al 78′ invece Rugani tenta di conquistare il pareggio saltando più di tutti in area su servizio da calcio d’angolo, ma Donnarumma salva abilmente. E’ l’81esimo quando Rebic sfrutta un gran passaggio di Bonaventura e chiude la gara.

I rossoneri, dopo aver concluso un girone di andata senza aver vinto nemmeno uno scontro diretto con le big della Serie A, si ritrova ammazza-grandi: dopo Roma e Lazio, soccombono anche i bianconeri. La corsa al quinto posto è più viva che mai.

Milan-Juventus 4-2: tutti gli highlights, voti e tabellino

MARCATORI: 47′ Rabiot (J), 53′ Ronaldo (J), 62′ Ibrahimovic (M), 66′ Kessié (M), 67′ Leao (M), 81′ Rebic (M).

AMMONITI: 31′ Paquetà (M), 36′ Bennacer (M), 59′ Rebic (M), 61′ Bonucci (J), 73′ Conti (M).

ESPULSI:

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma 6.5; Conti 6 (82′ Calabria sv), Kjaer 5.5, Romagnoli 6, Theo Hernandez 5.5; Kessie 7, Bennacer 6; Saelemaekers 6 (60′ Leao 7), Paqueta 5.5 (46′ Calhanoglu 6), Rebic 7.5 (82′ Krunic sv); Ibrahimovic 7.5 (67′ Bonaventura 7).

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 5.5; Cuadrado 6.5 (69′ Alex Sandro 5.5), Rugani 5, Bonucci 5, Danilo 5; Bentancur 6 (dal 94′ Muratore sv), Pjanic 6 (69′ Ramsey 5.5), Rabiot 7 (69′ Matuidi 6); Bernardeschi 5, Higuaín 5.5 (69′ Costa 6), Cristiano Ronaldo 7.

Milan Juventus
Milan Juventus

<<< Clicca qui per vedere in anteprima gli highlights di Milan-Juventus >>>