Roma, lidi chiusi per violazione norme distanziamento sociale

A Roma, due lidi sono stati chiusi e sanzionati pesantemente per aver violato platealmente le norme sul distanziamento sociale. 

Getty Images

Il commissariato della polizia di Fiumicino ha chiuso per cinque giorni uno tra i più noti stabilimenti balneari di Maccarese. L’accusa riguarda il mancato rispetto delle norme sul distanziamento sociale.

Infatti, secondo un resoconto pubblicato dal giornale il Messaggero, nel lido in questione, le persone erano letteralmente stipate tra loro tra i vari tavoli. Nessuna distanza di sicurezza, anzi le persone faticavano a spostarsi da un metro all’altro per l’eccessivo assembramento. 

Anche altri due lidi del litorale romano sono stati chiusi dalla polizia per lo stesso motivo.

Leggi anche: Morto Giuseppe Rizza, ex calciatore della Juventus: aveva 33 anni

Roma, lidi chiusi e più di 4mila controlli nel weekeend

I vigili urbani, nel corso di queste ultime settimane, hanno effettuato più di 4mila controlli. Il tutto naturalmente, per verificare che i locali rispettassero le norme anti-Covid imposte dal governo.

Il risultato fino a questo momento è stato di nove denunce e circa 500 multe nel solo weekend. Sembra dunque che la voglia di festeggiare, stia spingendo i romani a dimenticarsi troppo in fretta del lockdown appena passato. Le pattuglie della polizia hanno inoltre accertato diverse violazioni da parte degli esercizi commerciali per la vendita di alcolici fuori dagli orari consentiti. 

Addirittura, un locale nella zona di Trastevere ha ricevuto una multa pari a 10 mila euro. Sembra infatti che avesse organizzata una festa con musica a tutto volume, violando tutte le norme possibili anti contagio. 

Con un post su Facebook, la sindaca di Roma Virgina Raggi ci ha tenuto a commentare i fatti accaduti. Riepilogando infatti i controlli e le violazione riscontrate dalle forze dell’ordine della Capitale, la sindaca li ha innanzitutto ringraziati per il loro impegno.

In seguito ha poi rivolto un appello ai cittadini per essere coscienti dei propri doveri civici e comportarsi con la massima responsabilità possibile. Per la Raggi infatti “il comportamento di ognuno di noi garantisce la sicurezza di tutti. Non è il momento di abbassare la guardia.”

Leggi anche: Finale Ligure, forza un posto di blocco e scappa: l’assurda vicenda