CONDIVIDI

Voli cancelllati dalla Polonia verso l’Italia. Così uno studente palermitano, a Lublino per un Erasmus, ha studiato una via alternativa

Pietro Terranova ijn viaggio (Instagram)

Voli cancelllati dalla Polonia verso l’Italia, almeno fino a nuiovo ordine e per colpa della pandemia. Un disagio per molti che ne avrebbero bisogno per motivi di lavoro ma anche per chi è all’estero per motivi di studio. Come Pietro Terranova, 25enne studente di Ingegneria meccanica, a Lublino per seguire il suo Erasmus.

Poteva anche aspettare tempi migliori, ma la voglia di rivedere casa, parenti e amici è stata troppa. Così ha deciso di mettersi in proprio e ha scelto di rientrare con un mezzo decisamente originale. Sta coprendo i quasi 2800 km che separano le due città in bici e pensa di terminare tra circa due settimane.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pietro Terranova (@pietroterranova_)

in data:

Paste the following code before the "" or "" tag

L’idea gli è venuta dopo una chiacchierata con lo zio. Il fisico da atleta ce l’ha già, anche se pratica vela. Ma dopo una serie di cancellazioni dei voli che lo dovevano riportare in Italia, ha deciso che era il mometo di passare all’azione. In Polonia già viaggiava spesso in bici per spostarsi. Adesso ne ha acquistata una più professionale e con questa cercherà di arrivare in Italia. Come ha spiegato a Palermotoday.it con sè ha portato solo tre pantaloncini, altrettante magliette, biancheria e un impermeabile per proteggersi dalla pioggia”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus bici e monopattini, per cosa si può richiede l’incentivo: la lista

Pietro in viaggio dalla Polonia all’Italia, tutto è traccontato su Instagram

Pietro ha spiegato che dopo aver deciso di intraprendere questo viaggio ha anche cominciato ad allenarsi. Lo fa da un mese e ad inizio luglio ha capiro di essere pronto: “Ho spedito la maggior parte delle cose e viaggio leggero”. La mattina si alza verso le 4 e decide il percorso che di solito è tra i 120 e i 150 km giornalieri. Tutto questo, dovendo anche capire dove fermrsi per mangiare per pernottare.

Quando sente i morsi della fatica si ferma, stende un tappetino che porta sempre con sè e ne approfitta per assumere integratori. E per adesso sente di potercela fare, anche se la strada fino a Palermo è ancora lunga. Lublino infatti è vicina al confine dell’Ucraina, dovrà entrare e uscire da diversi stati prima dell’Italia.

Pietro torna in Sicilia dalla Polonia (Instagram)

Ma il suo piano di battaglia è chiaro: lunedì 6 luglio dovrebbe essere nella zona di Vienna. Lì poi dovrà decidere se puntare sulla Slovenia o sulla Croazia. Quando arriverà a Zara prenderà il traghetto in direzione Ancona e poi la lunga discesa dell’Italia dalla parte adriatica o tirrenica. opzioni: costa adriatica o costa tirrenica.

Intanto però ogni giorno Pietro pubblica una serie di Stories su Instagram per raccontare la sua avventura. E sono molti quelli che si stanno appassionando al viaggio.