Terremoto Irpinia, diverse scosse in 24 ore: paura ad Avellino

Un nuovo terremoto ha colpito l’Irpinia nella giornata di ieri. Infatti secondo i sismografi italiani ci sono state 43 scosse in 24 ore: i dettagli.

Terremoto Irpinia
L’epicentro della scossa più potente (via Screenshot)

Torna la paura terremoto in Irpinia. Infatti la giornata di ieri è stata impegnativa per il sismografo che visiona il territorio campano, con ben 43 scosse registrate in solamente 24 ore. Fortunatamente solo alcune di queste scosse hanno superato magnitudo 2.0 della scala Richter, come confermano i sismografi dell’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia (INGV).

Diverse scosse, invece, hanno avuto il loro epicentro a Sant’Angelo dei Lombardi, piccolo paesino in provincia di Avellino. Ed è proprio nel piccolo comune avellinese che si sono registrate 5 scosse nel corso della giornata, tutte che hanno toccato il grado 2 della scala Richter.

Terremoto Irpinia, diverse scosse a Sant’Angelo dei Lombardi: i dettagli

Terremoto Irpinia
Diverse scosse di terremoto nell’avellinese (photo Gettyimages)

Come abbiamo ampiamente anticipato, il comune più colpito è stato quello di Sant’Angelo dei Lombardi. Il paesino è stato colpito da cinque scosse nel giro di una decina d’ore. La prima, la più lieve, si è verificata intorno alle 11:30 ed avuto un’intensità di 2.2. della Scala Richter.

La più potente, invece,  è stata l’ultima che ha colpito poco dopo le nove di sera. Infatti tale scossa ha sfiorato il grado 3 della scala Richter, con il suo epicentro localizzato dall’INGV a: 40.92 latitudine, 15.15 longitudine, ad una profondità di circa 12 km.

Ma Sant’Angelo dei Lombardi non è l’unico comune colpito. Infatti durante la giornata, la scossa più potente si è verificata a Rocco San Felice. Qui il sisma ha raggiunto il magnitudo 3.0 della scala Richter, con una scossa che è stata ben udita da tutti i cittadini. Sempre secondo l’INGV, il terremoto ha avuto coordinate geografiche: 40.94 latitudine, 15.15 longitudine, ad una profondità di 13 km.

Così torna a tremare l’Irpinia, con la popolazione campana che adesso teme un altro terremoto come quello avvenuto nel 1980.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !