CONDIVIDI

Nfl, i Washington Redskins hanno deciso di cambiare. Dopo quasi 90 anni di storia avranno un nome diverso, come vogliono gli sponsor

Whashington Redskins Nfl
I Whashington Redskins cambiano tutto (Getty Images)

Nfl, i Washington Redskins alla fine hanno deciso di cedere. Tutti, anche in Italia dove hanni migliaia di tifosi, li conoscono per il loro logo iconico, un indiano su fondo bianco. Ecco, già dalla prossima stagione al via a settembre, la squadra avrà un nome e un simbolo nuovo. Una nuova vittoria del ‘politically correct’ma soprattutto degli sponsor che minacciavano di tagliare tutti i fondi alla società.

Non roba da poco, visto che il solo marchio Redskins tra media e marketing vale attualmente 3,4 miliardi di dollari. Tutto questo nonostante le ultime stagioni siano state al liminte del disastroso in campo. Ma tutto questo rischiava di tramontare sotto il peso delle polemiche legate ad un simbolo che richiama i nativi americani. Pellerossa e non è un caso che quando giocano con i Dallas Cowboys (due voplte in stagione) sua la partita più semntita e più vista in tv.

Un tifoso dei Redskins (Getty Images)

Già da qualche anno sulla proprietà c’erano pressioni esterne per cancellare quel nome. E sono aumentate dopo la tragica morte di George Floyd, tanto che alla fine la proprietà ha deciso, coem ha fatto sapere il proprietario, Dan Snyder: “Il processo di valutazione e discussione interna consentirà alla squadra non solo di tenere conto della tradizione e della storia del marchio. Ma anche le indicazioni che arrivano dagli sponsor, dalla Nfl e dalla comunità che rappresentiamo.

Già oggi, ma da tempo, i Washington Redskins giocano in realtà le loro gare casalinghe in Maryland. E adesso potrebbero ripartire come Braves (uno dei primi nomi del club), Hogs, Redhawks o Senators, come la squadra di baseball della capitale. Così hanno vinto gli sponsor: come FedEx, che versa nelle casse 205 milioni di dollari, ma anche Nike e PepsiCo, tutti accontentati.

Paste the following code before the "" or "" tag

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> USA, è morto Max Tuerk: l’ex giocatore della NFL aveva 26 anni

Washington anche la squadra della Nba aveva dovuto cambiare il suo nome

Il cambio dei Washington Redskins non è nemmeno il primo nel mondo dello sport professinistico, sempre per motivi legati al rispetto di tutti. Nel 1998 i Washington Bullets, una delle 32 franchigie della Nba, erano diventati Wizards. Nati a Baltimora nel 1963, l’anno dopo erano apprdati nella Capital.

Così sono rimasti per 23 anni Fino a quando il proprietario, sull’onda dei molti morti in sparatorie negli Usa ma anche dell’attentato al primo ministro israeliano Rabin (suo personale amico) decise di cambiare. Così da ‘Proiettlli’ diventarono più semplicemente ‘Maghi’.

Un destino che più di recente è toccato anche ai Crusaders, la migliore squadra neozelandese delle ultime tre decadi. Nel logo, come dice anche il nome, avevano un Crociato, ritenuto offensivo soprattutto dalla comunità musulmana. Quikndi dallo svcorso anno il guerriero è sparito, sostotuito da una C stilizzata. Ricorsa il nome del club ma anche la sua città, Christchurch. In opiù c’è la scritta ‘Ma Pango, Ma Whero’, frase maori che significa ‘cooperare per raggoungere obiettiv i comuni’.