L’ex bandito Graziano Mesina è introvabile: cosa sappiamo

Graziano Mesina non si è presentato in caserma com’era d’obbligo. A quel punto i carabinieri si sono recati nella sua casa, ma di lui non c’era traccia. 

Dal 2 Luglio Graziano Mesina è ufficialmente latitante. Lo storico esponente del banditismo che ha terrorizzato la Sardegna per anni, al momento è irreperibile. Difficile pensare a una coincidenza. La Cassazione ha infatti nella giornata di oggi respinto il ricorso che era stato presentato dai suoi avvocati. Mesina aveva appena ricevuto una condanna in appello a 30 anni di carcere.

L’accusa era quella di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Nella sentenza inoltre veniva specificato che Mesina era impegnato attivamente con il ruolo di capo, di due gruppi criminali che si occupavano del traffico di stupefacenti in Sardegna. 

I suoi due avvocati hanno dichiarato di essere rimasti sorpresi dalla sparizione del loro assistito. Al momento però, preferiscono non commentare. Hanno però contestato duramente il rigetto del loro ricorso da parte della Cassazione, aggiungendo che Mesina era molto ottimista sull’esito della sentenza. Lasciando dunque intendere che forse non aveva motivo di scappare. 

Leggi anche: Roma, paura per un’esplosione in un hotel: 3 persone ferite

Quando Ciampi concesse la grazia a Graziano Mesina

Lo scorso anno Mesina era stato scarcerato per decorrenza dei termini, ma con questa nuova sentenza sarebbe dovuto nuovamente tornare in carcere. 

Ma nella giornata di ieri, Mesina non si è presentato, come era d’obbligo, alla caserma dei carabinieri di Orogosolo, un paese in provincia di Nuoro. A quel punto i carabinieri hanno deciso di andare a trovarlo nella notte nella sua abitazione. Ma di lui non c’era traccia. 

Prima che arrivasse questa nuova condanna nel 2004 gli era stata concessa la grazia dall’allora Presidente della Repubblica Ciampi. Fino a quel momento, i reati amnistiati comprendevano anche il sequestro di persona.

Leggi anche: Valsugana: trovato morto sul treno, aveva soltanto 20anni