CONDIVIDI

Nel parcheggio di un fast food negli Usa, in seguito ad una lite, una donna ha puntato una pistola contro madre e figlia afroamericane

Tanta paura per due donne, madre e figlia, afroamericane nel parcheggio di un fast food nella contea di Oakland (Detroit) negli Stati Uniti. Una donna bianca, infatti, le ha minacciate puntando una pistola verso di loro.

Secondo quanto riferito dalla madre di colore ai microfoni di Detroit News, la questione sarebbe nata da un urto casuale tra sua figlia di 15 anni e la donna all’entrata del locale. Nonostante la ragazza si sia più volte scusata, la situazione è degenerata.

Paste the following code before the "" or "" tag

LEGGI ANCHE—> Mongolia, è allarme peste nera: una regione messa in quarantena

Usa, prima punta la pistola e poi si ‘scusa’

Dopo aver puntato la pistola nei loro confronti, la donna le ha urlato di fare passi indietro. A quel punto entra in macchina e, attraverso il finestrino, ammette: “Nessuno è razzista e mi dispiace se lo pensate, ci tengo a voi”. Poi si allontana. Lo sceriffo della contea di Oakland ha avviato le indagini.

LEGGI ANCHE—> Frana Myanmar, sale il numero dei morti: le ultimissime