CONDIVIDI

Uno spot destinato a far discutere quello che è stato realizzato dai sindaci della Locride in Calabria per rilanciare il turismo nella Regione

spot calabria
spot calabria (iperviaggi.it)

I sindaci della Locride, in Calabria hanno ideato uno spot per rilanciare il turismo nella Regione. Un’idea che i primi cittadini del nord hanno già etichettata come “vergognosa“. Lo spot è stato ideato da Klaus Davi, consigliere comunale di San Luca, in provincia di Reggio Calabria. L’intento espresso nello spot è quello di indurre i turisti a scegliere la Calabria per le loro vacanze a discapito delle regioni del Nord. “Il Nord è inquinato e c’è il Covid” è questo il messaggio che è chiaramente precisato nello spot di promozione. Mario Conte, presidente dell’Anci Veneto e sindaco di Treviso, ha dichiarato:” I Comuni che hanno realizzato il video dovrebbero imparare dagli amministratori che sono riusciti a gestire un’emergenza senza precedenti – aggiungendo – ora quelle persone stanno lavorando per far ripartire economia e turismo“.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, il bollettino del 30 giugno: 23 decessi, 1052 guariti

Lo spot della Calabria che cavalca la paura Covid

La pubblicità ideata da Klaus Davi mostra inizialmente alcune spiagge del nord affollatissime anche in questo periodo “dove il distanziamento sociale è una chimera” con un territorio deturpato dall’inquinamento che ha favorito il Covid. Il video prosegue poi mostrando i paesaggi più spettacolari della Calabria dove, secondo lo spot, “il distanziamento sociale è praticato da tremila anni” insieme a quel rispetto per la natura che ha evitato nella regione un contagio di massa. Lo spot promozionale ha inevitabilmente sollevato diverse polemiche da parte degli amministratori del Nord. Per l’Anci Veneto infatti la campagna pubblicitaria calabrese non dimostra nessun rispetto per la tragedia che hanno vissuto i cittadini del Nord. Lo spot calabrese, secondo le opinioni che arrivano dal settentrione, sembra avere come scopo ultimo quello di speculare su una tragedia che le specialmente le regioni del Nord hanno vissuto.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, l’epidemiologo: Ecco perché non ci saranno altri lockdown 

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24