CONDIVIDI

In una discoteca di Zurigo, in Svizzera, un uomo positivo al coronavirus ha “mandato” in quarantena altre trecento persone

fase 3 calcetto discoteche

Nemmeno il tempo di riaprire le discoteche in Svizzera che il coronavirus si insidia prepotentemente nei locali notturni. Il fatto è accaduto a Zurigo lo scorso 21 giugno quando, a causa di una persona positiva al Covid-19 presente nel locale, 300 persone sono finite in quarantena per 15 giorni. Intanto, altri 5 frequentatori del locale si sono aggiunti agli attuali contagiati.

In Svizzera il numero totale di persone contagiate è salito oltre quota 31mila. Intanto, ora, si valuta una nuova chiusura delle discoteche a data da destinarsi.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, questa sera il Requiem a Bergamo: presente Mattarella

Discoteca al chiuso, dal 14 luglio la riapertura: le regole da seguire

Fase 3 discoteche regole
Fase 3 discoteche, le nuove regole (Pixabay)

Intanto, in Italia, le discoteche, dopo una prima riapertura per eventi all’aperto, potranno svolgere la loro funzione al 100% dal prossimo 14 luglio. Non tutte le ragioni, però, daranno il consenso a riaprire entro questa data. Il governo ha infatti dato potere decisionale alle regioni per ciò che concerne questa situazione.

Comunque, per coloro che riapriranno, saranno diverse le regole da seguire. Innanzitutto, bisognerà riorganizzare gli spazi dei locali al fine di evitare gli assembramenti. Dovrà essere garantito almeno un metro di distanza tra i frequentatori. Sulla pista da ballo la distanza dovrà, invece, essere di due metri. L’accesso dovrà avvenire a seguito di prenotazione online, la quale dovrà prevedere la compilazione di un modulo. I proprietari dei locali dovranno tenere un registro delle persone per almeno 14 giorni.

LEGGI ANCHE—> Rolling Stones, l’avvertimento a Trump: “Non usare più le nostre canzoni”

Tutti gli aggiornamenti sul CORONAVIRUS sul nostro canale TELEGRAM >>> https://t.me/covid19LiveINEWS24